Una bimba si comporta in modo strano e non riesce a stare in piedi. Improvvisamente scoprono sulla sua testa qualcosa di terribile

Sui social network sta girando un video dove appare una bambina che si comporta in modo strano, il video in questione è stato pubblicato dalla madre della piccola, una donna statunitense di nome Amanda Lewis. La figlia era incapace di mantenersi in piedi, le sue gambe sembravano di gelatina e non rispondeva più, così ha deciso di portarla immediatamente all’ospedale. Nessuno può essere esente da una situazione come questa e per questo motivo Amanda ha deciso di condividere la propria storia.

Insieme al video Amanda ha scritto queste parole:

“Mio marito ed io ci siamo presi un terribile spavento con la nostra piccolina, desideriamo con tutto il cuore che a nessun genitore possa accadere nulla di simile e per questo vogliamo condividere quanto è accaduto.

Nostra figlia, prima di andare a dormire, ha cominciato a comportarsi in modo strano. Non riusciva a mettersi il pigiama da sola e nemmeno a mantenersi in piedi. Era molto fragile e senza capire cosa le stesse accadendo ho deciso di rimanere al suo fianco per tutta la notte.

La mattina seguente continuava ad avere le stesse difficoltà, anzi aveva cominciato ad avere problemi anche a muovere le braccia. Abbiamo deciso di filmarla perché non capivamo cosa le stesse succedendo e perché desideravamo riuscire a spiegare la scena, dopodiché, nel vedere che i sintomi stavano peggiorando l’abbiamo portata immediatamente all’ospedale. Fortunatamente l’hanno visitata subito ed i medici sono stati molto gentili.

Dopo averla visitata e dopo aver visto il video che le avevamo fatto, i medici non hanno titubato nemmeno un secondo ed hanno detto che avevano già visitato almeno una decina di bambini, della stessa età di mia figlia, che presentavano gli stessi sintomi. La causa non era niente di meno che una zecca, così hanno subito esaminato tutto il suo corpo e l’hanno trovata nei capelli.

Quello che è accaduto a mia figlia è conosciuto con il nome di “paralisi da zecca“, questa patologia interessa anche i cani, con la sola differenza che per loro le conseguenze sono molto più allarmanti.

Mi sento davvero molto fortunata perché tutto è stato fatto nel momento giusto e la mia piccola non ha avuto conseguenze. Non è necessario avere un animale domestico perché tuo figlio possa prendere una zecca, quando fa molto caldo possono apparire in diverse aree.

Mi sono sentita veramente male quando i medici hanno trovato la zecca, non mi era passato nemmeno per la testa di controllare il corpo della mia bimba. Sono rimasta sotto shock quando ho visto cosa le avevano tolto dalla testa. Lei ora sta molto bene grazie all’efficienza ed all’eccellente lavoro dei medici. Tra pochi giorni potrà tornare a casa, per ora la devono tenere sotto osservazione, però fortunatamente è fuori pericolo. È stato un giorno terribile! Grazie al cielo lei sta bene.”

Dopo il successo che ha riscontrato il video, la mamma della piccola Evelyn ha condiviso il seguente post:

“Sono così felice di leggere tanti commenti positivi per la mia bambina, davvero grazie mille a tutti, lei ora è fuori pericolo e si trova già a casa. Tutto è tornato alla normalità ed anche se le prude un po’ la testa, questo non ha importanza, presto le passerà.

Mio marito ed io continuiamo a non credere che il messaggio possa essere diventato virale, però guardando il lato positivo possiamo dire che adesso molti più genitori sanno cosa è in grado di causare una zecca. Non è una cosa molto comune, però potrebbe capitare a chiunque, è bene quindi dare sempre un’occhiata ai propri figli ed ai propri animali domestici e se cominciano a comportarsi in modo strano, farli visitare immediatamente, perché in questi casi il tempo è prezioso. Esaminateli attentamente. Fortunatamente la zecca che abbiamo trovato su mia figlia non era infetta dal batterio che trasmette la malattia chiamata Lyme, però altre potrebbero esserlo. Perciò prestate molta molta attenzione!”

Nella saliva della zecca è contenuta una tossina che viene trasmessa agli animali o agli esseri umani nel momento in cui l’insetto aderisce alla pelle e succhia il sangue. I sintomi cominciano ad apparire tra i 2 ed i 7 giorni dopo il morso, si presenta una difficoltà nei movimenti delle gambe che giorno dopo giorno peggiora. Dopodiché questa difficoltà passa al tronco, alle braccia ed in poche ore potrebbe arrivare a paralizzare la testa, portare un’insufficienza respiratoria ed infine la morte. La cosa peggiore è che questa malattia potrebbe anche non debilitare i muscoli, quando accade è molto difficile riconoscerla e trattarla in tempo.

Speriamo che la storia condivisa da Amanda possa essere utile a molte persone, di modo che possano prendere le precauzioni necessarie. Condividi la storia di Amanda e della piccola Evelyn con i tuoi amici.

Lasciaci un commento e non dimenticare di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button