La storia di questa bimba di nove anni e del suo fratellino disabile vi toccherà il cuore

La responsabilità di essere fratelli viene spesso fuori solo quando ci si trova in situazioni difficili. Quando non si ha, ad esempio, la possibilità di contare su genitori molto presenti o quando il corso degli eventi genera delle negatività con cui, soprattutto per i più piccoli, è difficile confrontarsi.

Questa storia, però, varca qualsiasi limite dell’amore che una sorella potrebbe nutrire verso  il proprio fratello.  Una vicenda che tocca per la sua straordinarietà e per la qualità di un sentimento che, nell’immaginario collettivo, ad una certa età non si è ancora formato.

Zhou Dingshuang è una bimba cinese ed ha nove anni. È esattamente in quell’età in cui fra figli di una stessa famiglia sarebbe giusto che ci si facesse i dispetti, si facesse qualche capriccio davanti ai genitori e persino qualche scenata di gelosia.

Lei, però, è una bambina speciale. Quella fase l’ha già superata ed ha ben chiaro quale e quanto profondo sia l’amore nei confronti di Dingfu.

Suo fratello, infatti, ha dodici anni, è disabile e deve convivere con la limitata funzionalità dei suoi arti.

Dingshuang  da anni si è realmente trasformata nelle gambe e nelle braccia di Dingfu. Lo aiuta sempre a vestirsi, a mangiare e a studiare. Non c’è pioggia, neve o vento che la distolga dalla ferma intenzione di portarlo ogni giorno a scuola sulle proprie spalle.

Poco meno di mille metri che per l’esile bambina rischiano di essere lunghissimi, nonostante il sorriso sulle labbra ed un esemplare forza di volontà.

Il piccolo cinese non può assolvere praticamente a nessuna di quelle che sarebbero consuetudini della quotidianità.  L’ausilio della sorella è necessario persino per allacciarsi le scarpe e lavarsi le mani. Ma lei c’è sempre, come se avesse dieci anni in più di lui e non tre di meno.

Ogni giorno fa in modo che sia puntuale ad ogni appuntamento e sul registro della scuola, ad esempio, non c’è traccia di un ritardo di Dingfu.

E non è finita perchè Dingshuang ogni giorno è costretta a convivere con una situazione resa terribile dal fatto che anche i genitori sono portatori di handicap ed il suo compito si estende alla necessità di dover gestire le casa e di provvedere a tutto ciò che è necessario alla sua famiglia.

È da storie di questo tipo che si può trarre l’insegnamento del fatto che l’amore che si può annidare in una famiglia riesce a varcare qualsiasi soglia e a superare qualsiasi difficoltà.

Cosa ne pensi della storia di questa bambina? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

245 Condivisioni

Cosa ne pensi?


<
>