Il motivo per cui quando andiamo al mare o siamo vicini all’acqua ci sentiamo più felici

Per la vita, l’acqua rappresenta praticamente tutto. Oltre a questo, però, essa ci attrae, ci rende felici e ci affascina. In estate, ad esempio, non esiste miglior toccasana di trascorrere alcune ore vicini ad uno specchio d’acqua per rinfrescarsi e per rilassarsi.

L’acqua, dunque, apporta dei benefici non solo al nostro corpo, ma anche alla nostra mente, poiché è in grado di farci vivere sensazioni di puro benessere.

Anche il solo fatto di ammirare una cascata o un lago, rappresenta la miglior medicina antistress. Osservare un ambiente naturale in cui vi è acqua, o anche vedere una semplice fotografia di essa, può avere realmente un potere distensivo.

In un libro pubblicato di recente ed intitolato Blue Mind. Mente e Acqua, il cui autore è Wallace J. Nichols, ricercatore associato presso l’Accademia delle Scienza della California e fondatore e co-direttore di Ocean Revolution, SEE the WILDe LiVBLUE, viene spiegato il legame nascosto che esiste tra l’acqua e la nostra mente.

Secondo l’autore infatti, considerando le ricerche effettuate fino ad ora, la vicinanza con l’acqua è un buon rimedio per ridurre l’ansia, è ottima per aumentare la nostra generosità, così come l’empatia ed importante per consolidare ancora di più il nostro legame con la natura, il qaule contribuisce anche ad accrescere il nostro successo personale.

Lo scrittore del libro, chiama mente blu (acqua) quelle persone che sono schiavo della mente rossa rappresentata dallo stress, per via del quale l’individuo fatica a riscoprire il contatto con l’acqua e la natura.

Lo stesso autore, ci esorta a trovare quello stato blu della mente che è da sempre presente in tutti noi, raccontando diverse esperienze personali di atleti, artisti, scienziati ed altre persone che hanno posto l’acqua come elemento fondamentale per la loro vita.

Di fatto, l’acqua non viene considerata solamente dal punto di vista scientifico e neuroscientifico, ma anche nel campo della spiritualità, senza però degenerare nelle banalità dei tempi di oggi.

Essa, ad esempio, ci riconduce al blu, il quale rappresenta il colore più rilassante per la nostra mente. Tra gli studi riportati dall’autore vi sono alcuni riscontri interessanti sul miglioramento della concentrazione e il rendimento degli studenti che osservano immagini di paesaggi con alberi, prati, fiumi e laghi.

Sappiamo tutti molto bene quanto possa renderci più felici il contatto con la natura, ma è stato riscontrato che questi benefici aumentano del 5,2% se ci troviamo nei pressi di un corso d’acqua.

Potrebbe interessarti Gli scienziati dicono di andare in spiaggia perché rinnova la mente in un modo incredibile

A te piace trascorrere del tempo vicino all’acqua? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessati informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Hai una storia da raccontarci? Scrivi a [email protected]

Potrebbe interessarti:
Back to top button