Gli svedesi lo hanno dimostrato: la giornata lavorativa di 6 ore è più produttiva di quella di 8

Purtroppo, molto spesso, la produttività viene confusa con le ore di lavoro. In Italia, come in molti altri paesi, esiste un abuso delle ore di straordinarie, tuttavia, questo non è un bene per la produttività dell’azienda e gli svedesi lo hanno ampiamente dimostrato.

Il caso della città svedese di Göteborg

La città svedese di Göteborg ha voluto dimostrare che, effettivamente, una giornata di 8 ore lavorative può davvero essere produttiva come una di sole 6 ore. Per fare questo, hanno usato un sistema molto semplice che ha permesso loro di non avere dubbi sul risultato: la metà dei funzionari avrebbe lavorato solo sei ore al giorno, mentre il resto avrebbe continuato con il solito orario di sempre.

Se in una famiglia si riescono a recuperare due ore di vita quotidiana può verificarsi un cambiamento molto significativo, più importante di quanto possiamo immaginare. L’obiettivo, quindi, è che anche grazie al miglioramento della vita familiare, i dipendenti potranno essere più efficienti perché avranno più predisposizione ed energia per affrontare la giornata lavorativa.

Inutile dire che quest’idea ha funzionato alla grande, non solo per i funzionari, ma anche per gli amministratori dei vari reparti che sono rimasti molto soddisfatti da questa esperienza.

Esperimenti di aziende con giornate lavorative di 6 ore

Non si tratta di un caso isolato, poiché non è la prima volta che gli svedesi ci provano. In una fabbrica di automobili Toyota che si trova sempre nella città di Göteborg, hanno provato quest’esperienza e il risultato è stato un successo. Tuttavia, funzionerebbe in ogni caso? Funzionerebbe in Italia?

Quello che rende la vita familiare più complicata in Italia, probabilmente, è anche la giornata lavorativa spezzata a metà, con la quale si ha diritto anche a due o più ore per poter mangiare, ma, in molti casi, si tratta di un periodo di tempo da cui è difficile trarre vantaggio per stare con la propria famiglia. In molti paesi dedicano alla pausa pranzo solamente 45 minuti e questo, spesso, viene considerato come un vantaggio.

La classifica dei paesi più produttivi al mondo, che viene elaborata ogni anno da Expert Market, conferma ciò che è stato detto in precedenza: i paesi più produttivi sono quelli in cui si lavora meno ore.

Tuttavia, è bene capire che ciò che è veramente importante è la “produttività” offerta da un lavoratore e che la flessibilità o la riduzione dell’orario di lavoro sarebbe un buon modo per aiutare il lavoratore ad essere veramente produttivo, per non vedere il lavoro come “una tortura quotidiana” che deve essere per forza affrontata.

Di fatto, è sempre più chiaro che i giorni lavorativi da maratoneti non sono collegati alla produttività. Un recente studio ha indicato che le persone veramente produttive lavorano solo per tre ore al giorno, mentre nel mondo ci sono sempre più casi di aziende che riducono le loro ore di lavoro giornaliere o riducono i giorni della settimana lavorativa.

I risultati parlano da soli: incremento della qualità e della quantità di lavori svolti dagli impiegati e più benessere per tutti loro.

Potrebbe inteerssarti La vita non deve essere solo lavoro, pagare bollette e morire!

Pensi che se dovessero proporti una diminuzione delle ore lavorative a parità di stipendio potresti essere più produttivo? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano dirti la loro opinione. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se ha una storia da raccontare, scrivi a [email protected]

Potrebbe interessarti:
Back to top button