13 foto della serie “Maglioni Invisibili”, per la quale ci sono voluti 5 anni e migliaia di ore di lavoro a maglia

Joseph Ford è un fotografo che ha trascorso cinque anni della propria vita per creare un progetto a dir poco sorprendente. Il tutto è nato quando una donna di nome Nina Dodd, una magliaia, gli ha mostrato un maglione realizzato da lei stessa, il quale aveva la stessa fantasia di colori dei sedili della linea di autobus della città di Brighton, in Inghilterra.

In quel momento, Joseph ha pensato che si trattava di un’opportunità meravigliosa per potersela lasciare sfuggire, così, ha trovato un modello e lo ha fotografato su un autobus.

Il risultato è stato talmente soddisfacente, che gli sono venute in mente moltissime idee per creare dei maglioni mimetici, tanto da sviluppare l’intera serie con l’aiuto di Nina.

Ogni foto ha richiesto un lavoro di giorni o addirittura di settimane per la ricerca del luogo e per la sua pianificazione, dopodiché, Nina ha trascorso settimane, talvolta mesi, per riprodurre ogni capo commissionato da Joseph.

L’uomo afferma che ogni singola immagine è partita da un’idea: “Mi dicevo, potrei fotografare qualcuno che si fonde con una scogliera, così andavo alla ricerca del luogo perfetto“.

Tuttavia, trovare dei luoghi accattivanti, ma allo stesso tempo semplici da riprodurre non è stata di certo un’impresa facile. Questo perché deve esserci la certezza che l’ambiente non cambi troppo velocemente, visto che per la realizzazione del maglione ci vogliono alcune settimane.

Joseph ha detto che ogni volta che trovava una posizione perfetta, fotografava una persona nel posto esatto in cui avrebbe poi fatto posare la modella o il modello nello scatto finale.

Dopodiché, realizzava un disegno dove annotava i colori, di modo che Nina potesse pianificare il proprio lavoro a maglia.

Quasi tutti i maglioni hanno richiesto tra le 10 e le 12 tonalità diverse di colore per la propria realizzazione e per i disegni più complicati sono stati usati fino a 24 gomitoli.

Ci sono voluti ben 5 anni e migliaia di ore di lavoro a maglia per realizzare l’intera serie, la quale è stata pubblicata nel libro “Invisible Jumpers“.

Potrebbe interessarti Un nonno con la vitiligine crea delle bambole per restituire l’autostima ai bambini che soffrono di questa malattia

Cosa ne pensi del suo meraviglioso progetto? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano vedere i suoi splendidi lavori. Seguici per altre storie, notizie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se hai una storia da raccontare, scrivi a info@curiosandosimpara.com

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

619 Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>