Questa persona ha pagato la costruzione di 1000 case per le famiglie povere che abitano nelle Filippine

Manny Pacquiao è uno dei pugili più forti di tutti i tempi, nel corso della sua immensa carriera ha conquistato più di 11 titoli mondiali che fanno di lui uno degli sportivi più famosi di sempre. Da diversi anni il famosissimo pugile è anche sceso in politica e negli anni che vanno dal  2010 al 2016 è stato il rappresentante della provincia di Sarangami (dove egli è nato). Ciononostante, il grande atleta non è un campione soltanto sul ring, egli è un campione anche e soprattutto nella vita di tutti i giorni ed il gesto che racconteremo ne è un’autentica prova.

Manny Pacquiao: il sostegno alle famiglie della sua città natale

Nel 2016 egli pagò di tasca sua i soldi necessari per la costruzione di  1.000 case per aiutare le famiglie svantaggiate della sua città natale; la sua iniziativa fu resa pubblica sul suo profilo Facebook spiazzando l’opinione pubblica delle intere Filippine.

La Star (un giornale) ipotizza che il pugile abbia avuto l’idea di donare i soldi (per aiutare le famiglie povere) dopo l’incontro con Floyd Mayweather. Anche se Manny Pacquiao perse il match di boxe, egli guadagnò comunque svariati milioni di dollari e perciò (secondo la Star) si era sentito in dovere di “restituirli“. Forse nessuno saprà il reale motivo di tutto ciò, tuttavia, esso lo si potrebbe intuire nel messaggio che ha scritto successivamente:

Come fedeli della grazia di Dio nelle sue varie forme, ognuno di noi dovrebbe usare qualsiasi dono che riceve per aiutare gli altri. Continuerò a costruirne di più perché credo sempre a ciò che dice la Bibbia ovvero offrire ospitalità all’altro senza brontolare.

Cosa ne pensi del fantastico gesto di Manny Pacquiao? Lasciaci con un commento e non dimenticare di condividere questa bella storia di solidarietà con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Curiosando si impara.

Condivisioni 7K

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *