Il bambino viene deriso per la sua maglietta rosa. Ma quando vedrai cosa ha fatto il maestro il giorno dopo ti si spezzerà il cuore

William Gierke è un bambino di 9 anni dello stato del Wisconsin, negli Stati Uniti, il quale era molto orgoglioso della maglietta che gli avevano regalato, la quale era in supporto alle donne malate di tumore al seno.

Però, quando arrivò a scuola ci rimase molto male, tanto da non riuscire più a smettere di piangere.

I suoi compagni lo avevano deriso e lo avevano chiamato “femminuccia”, perché la sua maglietta era di colore rosa.

Youtube / TODAY’S TMJ4

William Gierke, di 9 anni, voleva mostrare il proprio appoggio a tutte le donne malate di cancro al seno con questa speciale maglietta, sulla quale c’era scritto “Tough Guys Wear Pink” (I duri vestono di rosa). La maglietta faceva parte di una campagna per sostenere le persone malate di cancro al seno.

Sfortunatamente, il proprio gesto non guadagnò il rispetto dei compagni di classe, al contrario, cominciarono tutti a prenderlo in giro chiamandolo “femminuccia” per via del colore della maglietta.

Alla mamma di William, Tomi, si spezzò il cuore quando vide suo figlio tornare da scuola con le lacrime agli occhi. I commenti degli altri bambini lo avevano talmente ferito che il giorno dopo non avrebbe voluto tornare in classe. La madre non sapeva cosa fare per fargli cambiare idea. Ma, fortunatamente, c’era qualcuno che sapeva perfettamente cosa fare, il suo insegnante.

Il maestro sorprende i bulletti con un gesto meraviglioso

Il giorno dopo, quando William arrivò a scuola era già pronto per subire nuove battute e critiche. Ma fu proprio allora che vide cosa aveva fatto il proprio insegnante, David Winter. Il maestro sapeva benissimo cosa era successo a William il giorno prima, così, decise di indossare una camicia di colore rosa per solidarietà nei confronti del proprio alunno.
Si potrebbe pensare che si tratti solamente di un piccolo gesto. Di fatto, per William ha significato tantissimo ma, soprattutto, è stato un messaggio molto forte per tutti coloro che lo hanno deriso.

“Ora mi sento già più sicuro di me e tutto questo non mi da più fastidio”, ha detto William dopo aver visto il proprio insegnante.

Youtube / TODAY’S TMJ4

Nessun bambino dovrebbe essere criticato o deriso per i vestiti che indossa. Non credi? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere questa storia con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA