Le Tiny House sono le case del futuro. 250 euro per 7 anni e senza nessun mutuo

In questo mondo dove sembra esserci sempre meno spazio e dove tutto è sempre più costoso, queste mini case possono essere la soluzione ideale per moltissime persone.

La loro superficie può andare dai 10 ai 30 metri quadrati. Le Tiny House sono nate in Giappone, ma sono già sbarcate da anni negli Stati Uniti e, ultimamente, anche in Europa si possono vedere alcune di queste piccole, ma funzionali costruzioni.

Il fotografo giapponese Kyoichi Tsuzuki conosce molto bene gli spazi minuscoli. Alcuni anni fa, per un servizio fotografico, ha avuto la possibilità di fotografarne molti e li ha immortalati insieme ai loro abitanti, dei veri amanti della moda. In quel periodo stava svolgendo un lavoro a Tokyo, una città in cui il prezzo di una casa al metro quadrato può arrivare a toccare delle cifre molto alte.

Questa esperienza lo ha portato alla pubblicazione di un libro intitolato “Tokyo Style”. La superficie dei luoghi che ha fotografato, nella maggior parte dei casi, non arrivava nemmeno ai 18 mq, ma ha saputo trasmettere l’immagine di persone che preferivano spendere per le loro passioni, in questo caso la moda, piuttosto che per l’affitto di una casa.

Per questo, i motivi che hanno portato moltissime persone a scegliere questi tipi di case possono essere economici, ma non solo, perché c’è chi ha optato per queste soluzioni per poter condurre una vita al minimo degli sprechi, senza troppi oggetti e all’insegna della semplicità.

Uno dei progetti più famosi

Di recente, il reverendo Faith Fowler di Detroit, ha creato un quartiere quartiere composto da 25 Tiny House. Si tratta di casette di 30 mq dotate di ogni comfort, arredate e composte da soggiorno con angolo cottura, una camera da letto e un bagno. Molte sono provviste anche di una piccola veranda esterna per aumentare lo spazio abitativo.

Potrebbe interessarti anche: Abitazioni collaborative: sempre più persone scelgono di invecchiare tra amici

Questo progetto, chiamato Tiny Homes Detroit, è nato per aiutare le persone che dispongono di un basso reddito che non superi i 10 mila dollari l’anno. Al principio, i residenti affitteranno le case per 250$ al mese, dopodiché, chiunque rimarrà per almeno sette anni avrà l’opportunità di acquisire la proprietà della casa.

L’associazione del reverendo ha già ricevuto richieste da 45 stati e numerosi paesi chiedono informazioni su come si possa adattare questo tipo di modello. “Non tutti vogliono vivere in una piccola casa, ma è certamente una grande opzione per aiutare le persone a salire la scala delle opportunità economiche”, ha affermato Faith Fowler.

Si tratta di un progetto eccezionale che dovrebbe essere adottato ovunque, non trovi? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button