Un ospedale pediatrico sostituisce la barelle con le macchinine giocattolo

Dover trascorrere delle giornate ricoverati in ospedale, affrontando una malattia o un intervento, è una cosa che non è semplice per nessuno di noi. Proviamo allora ad immaginare quanto timore possa provare un bimbo che si ritrova al di fuori del proprio ambiente familiare e dove, nella maggior parte dei casi, vede degli strumenti medici che non ha mai visto prima.

Per questo motivo, un ospedale pediatrico che si trova in Argentina ha deciso di rendere il soggiorno per i più piccoli meno traumatico, sostituendo le vecchie barelle con delle macchinine elettriche, con le quali i bimbi possono percorrere il tragitto che va dalle loro stanze fino agli ambulatori o alle sale operatorie.

L’iniziativa dell’Hospital Materno Infantil San Roque che si trova a Paraná, nella provincia di Entre Ríos in Argentina, è nata come un’idea per ridurre lo stress e i pianti dei bambini, i quali soffrono nell’essere trasportati su una sedia a rotelle o su una barella.

Attualmente, l’ospedale dispone di due macchinine giocattolo che sono dotate di comando remoto, sulle quali i piccoli si possono divertire fino a pochi minuti prima di essere operati. Tuttavia, sperano di poter acquisire altri nuovi veicoli elettrici nei prossimi mesi.

Grazie a questi giocattoli, le lacrime nei corridoi sono sempre meno frequenti. Di recente, un papà ha condiviso un video su Twitter che mostra il suo bimbo, pronto per affrontare un intervento, che accompagnato da un’infermiera si dirige verso la sala operatoria a bordo di una delle macchinine.

Nel video si può sentire il padre del bimbo che gli chiede dove stia andando e il piccolo risponde tranquillamente: “Vado a operarmi“.

Di seguito il dolcissimo video:

Potrebbe interessarti Questo bimbo lotta contro il cancro e crea dei portachiavi per aiutare i suoi genitori con le spese per le cure

Cosa ne pensi di questa idea per allietare il soggiorno in ospedale dei pazienti più piccoli? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano conoscere questa meravigliosa iniziativa. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se hai una storia da raccontare, scrivi a [email protected]

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Potrebbe interessarti:
Back to top button