Un bimbo di 4 anni ha acquistato più di 2 mila dollari di ghiaccioli a forma di SpongeBob con l’account Amazon di sua madre

Noah Ruiz è un bambino di quattro anni che vive insieme alla propria madre Jennifer Bryant ed ai suoi due fratellini nel quartiere di Brooklyn, nella città di New York. Alcune settimane fa, il piccolo aveva chiesto alla propria mamma di comprargli i suoi dolci preferiti, ovvero dei ghiaccioli con la forma del famoso personaggio dei cartoni animati SpongeBob, ma la donna gli aveva risposto che non era possibile cercando di spiegargli che erano troppo costosi, poiché su internet una confezione da 18 pezzi costa ben 51 dollari.

Tuttavia, il piccolo Noah non si è dato per vinto di fronte al rifiuto ed approfittando di qualche attimo di distrazione della mamma si è messo al computer e, in men che non si dica, ha affettuato un ordine di 51 casse di gelati che è stato in seguito spedito a casa di sua zia. In brevissimo tempo, il bimbo aveva acquistato 918 ghiaccioli, che corrispondo ad un peso di 31 chilogrammi, per la “modica” cifra di 2.618,85 dollari.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Katie Schloss (@katieschlossny)

Inutile dire che quando Jennifer si è accorta dell’acquisto del figlio ha subito provato a contattare l’assistenza di Amazon per disdire l’ordine, ma, purtroppo, dal servizio clienti le dissero che non si poteva fare nulla, nemmeno il reso. Così, la madre di tre figli che provvede da sola a mandare avanti la propria famiglia e che oltre a lavorare sta frequentando anche l’università, disperata per quella spesa inaspettata che non sarebbe riuscita a ripagare alla banca, ha sparso la voce attraverso i suoi profili social sperando di riuscire a vendere le casse di ghiaccioli rimaste a qualche attività commerciale, poiché, nel frattempo, erano drasticamente diminuite a causa dell’insufficienza di spazio nel congelatore per poterli conservare.

Purtroppo la donna non è riuscita a recuperare nemmeno un centesimo, ma, per fortuna, Katie Schloss, una compagna di studi di Jennifer, ha avuto la brillante idea di creare una raccolta fondi sulla piattaforma di Gofundme e nel giro di poche ore, grazie a persone generose che si sono immedesimate nella storia, o che semplicemente hanno trovato divertente la marachella del piccolo Noah, sono stati raccolti i soldi necessari per ripagare il debito.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 💫jennie.b💫 (@amazin_mii)

Ma non fiscisce qui, poiché una volta coperta la cifra, gli utenti hanno continuato a donare e, ad oggi, sono stati donati a questa simpatica famiglia più di 24 mila dollari, i quali verranno messi da parte ed utilizzati per l’istruzione di Noah, il quale avrà bisogno di supporti aggiuntivi poiché affetto da disturbi dello spettro autistico. Inoltre, dopo che la storia è diventata nota, dagli uffici di Amazon si sono messi in contatto con Jennifer per dirle che la somma spesa da Noah le sarebbe stata riaccreditata sull’account e che avrebbe potuto usufruirne a proprio piacimento ma, anche in questo caso, la donna ha assicurato che anche questi soldi verranno destinati per gli studi del bambino.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi della storia del piccolo Noah? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

0 Condivisioni

Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.