Questi cani addestrati per proteggere la fauna selvatica hanno salvato 45 rinoceronti dai bracconieri

Purtroppo il bracconaggio è un’attività diffusa in molte aree del mondo che porta ogni anno diverse specie di animali sull’orlo dell’estinzione e, per questo, esistono persone che si danno costantemente da fare per riuscire a contrastare in ogni modo questo business illegale.

Da qualche tempo a questa parte, il Southern African Wildlife College che si trova all’interno del parco nazionale Kruger, la più grande riserva naturale del Sudafrica, ha dato il via ad un progetto che prevede l’addestramento di unità cinofile che hanno lo scopo di salvare dai bracconieri i rinoceronti che vivono in questo habitat.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wildlife Conservation (@ivan.carter)

Si stima che in Sudafrica viva circa l’80% dei rinoceronti presenti nel mondo e che solamente negli ultimi 10 anni più di 8 mila esemplari di questa specie sono stati persi a causa del bracconaggio. Per questo, si è pensato di addestrare appositamente dei cani, affinché possano combattere contro la caccia di frodo e garantire la sopravvivenza della ricca biodiversità e della fauna selvatica di questo splendido territorio.

I cani in questione appartengono a diverse razze che vanno dal beagle al segugio, i quali iniziano fin da quando sono ancora dei cuccioli il loro addestramento che dura 18 mesi e che comprende il pattugliamento, l’inseguimento, il rilevamento,  e l’incursione. Inoltre, alcuni di essi vengono appositamente allenati per rintracciare e accudire i cuccioli di rinoceronte che vengono lasciati soli a se stessi dopo che i bracconieri uccidono le loro madri.

Il primo gruppo di K-9 è diventato operativo nel febbraio del 2018 e dopo un paio di anni il bilancio di questo progetto è a dir poco positivo, poiché grazie ai cani sono stati salvati ben 45 rinoceronti; ovvero, con il loro pattugliamento hanno raggiunto un tasso di successo del 68%, rispetto al 3/5% di altre aree dove le operazioni si sono svolte senza l’intervento canino.

Di fatto, il punto di svolta per raggiungere questi risultati sono stati i cani, i quali sono in grado di individuare e rintracciare qualcuno a velocità molto più elevate di quelle di un essere umano in un terreno in cui anche i migliori inseguitori perderebbero le tracce.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi del meraviglioso lavoro che svolgono questi cani? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.