“Se studierai, il tuo cibo e la scuola saranno pagati dal panificio”

In questo mondo le cose non sono sempre giuste e, purtoppo, tanti bambini sono costretti a vivere alla giornata senza avere una casa in cui poter crescere al sicuro insieme a genitori amorevoli che si prendono cura di loro.

Di fatto, un tetto sopra la testa, una buona alimentazione e un’adeguata formazione scolastica dovrebbero essere un diritto assicurato a tutti i bimbi, tuttavia, tanti si ritrovano a dover prendere la difficile decisione di abbandonare la scuola fin da quando sono molto piccoli, per poter lavorare e mettere qualcosa sotto ai denti.

Questa commovente storia è iniziata alcuni anni fa, per l’esattezza nel settembre del 2017, quando Rosangela Amaral, una donna brasiliana che è titolare di un panificio a Boa Esperança, in Brasile, ha voluto fare una promessa al suo piccolo amico Cauã, un bambino che ormai credeva che fosse tutto perduto e che ha trovato in lei un vero e proprio angelo custode che gli ha cambiato la vita.

Facebook/Rosangela Amaral

Cauã è un bimbo che è entrato a far parte della vita di Rosangela quando aveva solamente 10 anni, a quel tempo il piccolo arrivava nel negozio della donna per fare colazione insieme ad alcuni muratori con cui lavorava. Parlando con lui scoprì i motivi per cui doveva lavorare anziché frequentare la scuola e, a partire da quel momento, gli promise che se avesse ricominciato a studiare e se avesse preso dei buoni voti gli avrebbe offerto ogni giorno la colazione, del pane per la giornata e le spese inerenti alla sua istruzione”.

Il bambino accettò l’offerta fatta dalla sua nuova amica e dopo alcuni giorni riprese a frequentare la scuola, per questo, Rosangela, felice della sua decisione pubblicò un post sul proprio account di Facebook che in breve tempo fece il giro del mondo.

Il mio piccolo amico è tornato a scuola. Ho parlato con lui e gli ho detto: ‘Se studierai, il tuo cibo e la scuola saranno pagati dal panificio’, ogni giorno viene a mostrarmi i compiti fatti e a volte lo aiuto. Sono la sua rappresentante a scuola, poiché è venuto in città da solo e ha vissuto per strada. Sono Rosangela Amaral, titolare del panificio ‘Café con leche’ nella cittadina brasiliana di Espiritu Santo. Credo in lui e in un mondo migliore“.

Facebook/Rosangela Amaral

Con il passare del tempo il loro legame è diventato sempre più forte e oltre ad andare in negozio per farsi aiutare con i compiti, il volenteroso Cauã ha mostrato fin dai primi tempi una passione per l’elaborazione dei prodotti da forno e, per questo, quando non deve andare a scuola adora trascorrere il suo tempo libero ad imparare cose nuove insieme a Rosangela per impa

Nonostante siano passati parecchi anni, Cauã, che ora è un adolescente, continua a studiare e Rosangela sta ancora continuando a mantenere la parola data.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi del gesto di questa meravigliosa donna? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA