“Faccio cinque lavori diversi e guadagno circa ottocento euro al mese”

Da alcuni anni a questa parte è sempre più difficile riuscire a trovare un impiego ben retribuito, inoltre, è purtroppo risaputo che quando si arriva ad una certa età risulta essere ancora più complicato.

Tutto questo non accade solo nel nostro Bel Paese, ma anche in altri stati europei come, per esempio, la Spagna, dove una donna di nome Eva Miguez, stanca della propria situazione, ha voluto raccontare la propria triste storia, perché consapevole che molte altre persone si trovano nelle sue stesse condizioni precarie.

Eva ha 51 anni e vive insieme al proprio marito nella città di A Coruña, i due non hanno figli e da alcuni anni a questa parte vivono in un modesto appartamento in affitto che costa loro 500 euro al mese. La donna afferma che se fosse sola non potrebbe riuscire ad arrivare alla fine del mese, perché, nonostante faccia ben 5 lavori, il suo salario arriva a malapena agli 800 euro mensili.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Voz de Galicia (@lavozdegalicia)

Durante un’intervista con La Voz de Galicia Eva ha raccontato che: “Da molti anni faccio l’accompagnatrice nel trasporto scolastico e sono assunta a tempo indeterminato, ma con un contratto di lavoro intermittente. Poi vado in una casa a pulire più giorni alla settimana e, quando mi chiamano, vado anche negli uffici o nelle banche. Inoltre, mi occupo di anziani o bambini a ore e, nei fine settimana, lavoro anche nel controllo degli accessi dello stadio Riazor, quando il Dépor (la squadra locale) gioca in casa“.

La donna ha affermato che attualmente sta guadagnando intorno agli 800 euro al mese, poiché, sebbene abbia 5 impieghi differenti, non riesce mai a lavorare più di 6 o 7 ore al giorno e, per farlo, dice di essere sempre di fretta per non perdere nemmeno un minuto.

La famiglia in cui fa le pulizie l’ha regolarmente assunta, il che le fa comodo per poter accumulare contributi per la pensione, tuttavia, “il brutto” della faccenda sta nel fatto che viene pagata solamente 5 euro l’ora. Eva sa bene che la sua paga oraria è piuttosto bassa per quanto si è alzato il costo della vita ultimamente, ma afferma di non poter lasciare questo impiego sicuro fino a quando non troverà qualcosa di più remunerativo.

Nel frattempo la donna continua a cercare altre case o uffici in cui poter fare le pulizie, ma dice che pochi sono disposti ad assumerla regolarmente e preferiscono offrire 10 euro l’ora o meno, anche perché le persone che hanno bisogno di lavorare sono tante e la maggior offerta, come sappiamo, fa abbassare i prezzi.

Sul proprio curriculum indica che ha esperienza nelle pulizie di grandi superfici commerciali e che ha lavorato come centralinista e segretaria, però, nonostante continui ad aggiornare la propria richiesta di lavoro su un apposito portale online e ad offrirsi come donna delle pulizie, babysitter, aiuto per anziani e preparazione dei pasti, a causa della numerosa concorrenza, difficilmente viene contattata da qualcuno.

Purtroppo, proprio come in Italia, uno dei fattori fondamentali che le impediscono di trovare un solo impiego fisso e ben retribuito riguarda la sua età e, probabilmente, anche il fatto che sia una donna. Speriamo che le cose possano cambiare in meglio sia per Eva che per chiunque sia alla ricerca di un lavoro dignitoso che possa garantire una vita tranquilla e serena.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi della forza di volontà di questa donna? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Non è possibile copiare l'articolo, è protetto da copyright

error: Content is protected !!