Amati a tal punto che non dovrai convincere nessuno a rimanere nella tua vita

Non esiste più grande spreco di energia vitale come il fatto di aggrapparsi a qualcuno che non vuole più rimanere al nostro fianco.

Non esistono tempistiche precise, si tratta solamente del fatto di capire che ognuno di noi ha la piena libertà di scegliere il proprio amore, di capire quando il tempo è finito. Questa regola vale per tutti, comprese quelle persone che non vorremmo mai che se ne andassero dalla nostra vita.

Sicuramente perdere la persona che amiamo fa molto male, però perdere la dignità per cercare di trattenere qualcuno contro la sua volontà è qualcosa che può generare dei danni ancora più profondi.

Invece, è bene riflettere sulle nostre responsabilità nel momento in cui si chiude un capitolo della nostra vita, questo non potrà portare altro che benefici, potremo crescere, evolverci e prepararci per qualcosa di meglio.

Quello che non bisogna assolutamente fare è sommergerci dentro ai sensi di colpa ed ai risentimenti. Non va bene frustrarci pensando che avremmo potuto agire in maniera differente. Accettiamolo, tutti commettiamo degli errori, tutti vorremmo eliminare delle reazioni sbagliate che abbiamo avuto nel nostro passato, tutti abbiamo amato qualcuno che consideravamo veramente importante. Sfortunatamente però, non possiamo fare altro che crescere, imparando dalle nostre esperienze ed accettando le conseguenze delle nostre azioni.

La cosa certa è che viviamo dei “momenti di luce” quando ci sentiamo amati, i quali ci annebbiano a tal punto da non riuscire a renderci conto dei nostri stessi errori; giustifichiamo gli sbagli e tendiamo ad idealizzare chi ci troviamo di fronte, provocando in noi stessi delle grandi battaglie interiori. Cerchiamo di offrire il più possibile per trattenere qualcuno accanto a noi, senza tenere in conto del prezzo che dovremo pagare.

Quel che è certo è che lo cose non accadono dalla sera alla mattina, quello che stiamo perdendo non lo potremo recuperare alla velocità della luce e per avere una buona relazione bisogna essere sempre e per forza in due. Entrambi disponibili ed aperti al dialogo, lavorando per un obiettivo comune e cercando di sfruttare al massimo quell’opportunità che entrambi sanno di meritare.

Solo così aggrapparsi ad una relazione può avere un senso, quando tutti e due si nutrono dello stesso amore, sono uniti dallo stesso sentimento, compreso il sentimento di speranza, quello che alimenta la ricostruzione di un amore fratturato o perso.

Quando l’intenzione c’è solo da una parte, risulta essere una situazione molto dolorosa e frustrante; chi cerca di trattenere qualcuno al proprio fianco non può ottenere nessun risultato positivo. Anche se l’altra persona dovesse rimanere, all’inizio si proverebbe un sentimento di tranquillità, ma ben presto ci si renderebbe conto che è solo questione di tempo.

Bisognerà fare costanti sacrifici per far si che l’altra persona rimanga, in quanto non lo starà facendo per amore, bensì per pena, per pietà, per abitudine o solamente perché non è riuscito a trovare una persona che lo aiutasse a superare un momento tanto difficile.

Lasciare andare chi non vuole rimanere è la migliore decisione che possiamo prendere, si tratta di una dimostrazione di amor proprio ed una riconciliazione con sé stessi, attraverso la quale si apriranno sempre delle nuove opportunità.

20K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>