Un bambino di 2 anni muore dopo aver mangiato dell’uva, ora la madre è distrutta ed avverte tutti i genitori

Alla fine, l’età non è per niente importante, sopravvivere ad un figlio è l’incubo di ogni genitore. A volte però capita qualcosa di tanto spaventoso, che la vita non può più tornare ad essere come quella di prima.

Per Emma e Mohammad di Detroit, negli Stati Uniti, la tristezza che stanno provando è sconvolgente. Hanno perso il loro figlio di due anni durante un giorno normale, dopo essere andati al supermercato.

 

La famiglia aveva deciso di andare al supermercato per fare un po’ di spesa, ma in quel momento non potevano sapere che quel giorno sarebbe terminato in una maniera terribile.

La mamma, Emma Carver, racconta che quel giorno ha cambiato per sempre la sua vita. Il figlio Ayyan Umar, di due anni, era seduto in un carrello della spesa fatto a forma di macchinina, la donna si è voltata un istante per dare un’occhiata al prezzo del formaggio, ma quando si è rigirata il bambino aveva il viso di colore blu. Aveva mangiato dell’uva.

La tragedia è successa ad agosto nella città di Detroit, in Michigan. Quando la mamma stava scegliendo del formaggio, il bambino era seduto nella macchinina ed è stato proprio in quel momento che ha visto il grappolo d’uva nel carrello e, senza che la madre potesse accorgersene, si è infilato in bocca due chicci. Quando la donna si è girata ha potuto solamente vedere che il picccolo si stava soffocando.

In qualche modo Ayyan era riuscito a prendere l’uva dal carrello ed a mettersela in bocca, ma i chicchi gli si erano bloccati nelle vie respiratorie.

“Ho buttato il formaggio ed ho iniziato a dargli dei colpi sulla schiena”, ha detto Emma durante un’intervista.

La donna afferma di averlo colpito diverse volte sulla schiena per fare uscire i chicci di uva, ma senza risultato. Una persona che era presente ha chiamato subito l’ambulanza ed un’altra ha effettuato un primo soccorso tra i primi 5 e 7 minuti. Quando sono riusciti a fare uscire uno dei due chicchi, il piccolo se ne era già andato. L’altro chicco è stato estratto quando è arrivato in ospedale.

Sentivo di essere come nel mezzo di un bruttissimo incubo, come se qualcuno da lì a poco mi avesse dovuto svegliare”, ha detto con dolore Mohammad Umar, il padre del bambino.

“Mi sembra di sentirlo ancora dormire sul mio petto. Lo vedo dappertutto”, racconta l’uomo prima che i suoi occhi si riempiano di lacrime.

Ora, Emma e Mohammad vogliono avvisare tutti i genitori di quanto possa essere pericoloso un chicco d’uva.

Il “The American Institute of Pediatrics” afferma che i bimbi che hanno meno di quattro anni non dovrebbero avvicinarsi all’uva, per fargliela mangiare si raccomnada di dividere il chicco a metà per il lungo.

Condividi l’appello di Emma e Mohammad perché questo non accada mai più a nessuno. Lasciaci un commento e non dimenticare di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Condivisioni 1K

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *