Durante il loro primo appuntamento lei nota qualcosa di strano nelle mani di lui, dopo 4 mesi scoprono una cosa impensabile

L’amore è un sentimento che ogni persona vive, sperimenta e definisce in maniera differente. Anche se è vero che nel mondo esistono migliaia di coppie innamorate, la storia di Steve ed Hope Dezember è unica e preziosa.

Fin dal primo appuntamento, tra loro si è sviluppata una connessione molto speciale. Era come se fossero destinati a stare insieme.

Il loro primo appuntamento fu molto romantico; Steve aveva decorato la casa con delle candele ed aveva scelto della musica romantica per accompagnare la cena. Quella stessa sera, durante l’inverno del 2011, Hope si innamorò perdutamente di Steve.

Ma non fu solo la bellissima serata e la personalità di Steve che attirarono l’attenzione di Hope, bensì la ragazza notò qualcosa di strano mentre lui stava cercando di aprire una bottiglia di vino. Le mani di Steve tremavano in un modo molto strano, al punto da fargli perdere il controllo sulla bottiglia.

Nonostante il fatto che il tremolio durò per poco tempo, Hope si preoccupò comunque per lui in quanto aprire una bottiglia non è così complicato; anche se per Steve sembrava esserlo.

Steve aveva già dovuto affrontare in passato dei momenti come questi e si fece visitare da diversi medici. Però, nessuno di loro era stato in grado di diagnosticare quale fosse la causa.

Dopo 4 mesi e dopo essersi sottoposto ad altre visite ed analisi, all’età di 28 anni, a Steve venne diagnosticata la Sclerosi Laterale Amiotrofica, anche conosciuta come SLA, o malattia di Lou Gehrig, una patologia per la quale non esiste cura.

Le cause di questa malattia sono sconosciute. Una persona che soffre di SLA perde piano piano il controllo sui propri muscoli, questo rende i movimenti sempre più limitati, fino a perdere la capacità di camminare per via della debolezza e della diminuzione delle dimensioni dei muscoli. Con l’avanzare del tempo la malattia può portare alla difficoltà di parola, di deglutizione e di respirazione.

Gli effetti della SLA sono molto rapidi e devastanti. Mediamente, dopo che si manifestano i primi sintomi, l’aspettativa di vita delle persone a cui viene diagnosticata questa terribile malattia si aggira tra i 3 ed i 5 anni.

Fu proprio in quel momento che la vita di Steve cambiò radicalmente. Tutto ciò che era riuscito a creare di bello sembrava a rischio; soprattutto la propria relazione con Hope.

Tuttavia, Steve non si diede per vinto e cominciò la sua personale lotta contro la SLA e contro tutto ciò che potesse offuscare la propria felicità. Steve, due giorni dopo aver scoperto di soffrire di SLA, si fece coraggio e parlò con Hope spiegandole tutti i rischi di questa terribile malattia. Inoltre, le disse che se avesse deciso di rimanere al suo fianco doveva essere solamente perché lo amava e non perché provasse pietà per lui.

Hope non dubitò nemmeno un istante e decise di combattere al fianco del suo adorato Steve. La coppia era molto innamorata e felice e dopo due mesi si sposarono e decisero di sfruttare e di godersi al massimo tutto il tempo a loro disposizione.

Purtroppo, non tutto era rose e fiori; c’erano dei giorni in cui Steve aveva molti problemi di salute e nel 2013 perse la capacità di parlare. Dopo quel momento subentrarono ancora più probemi. Perse quasi trenta chili e per questo si vide costretto a letto incapace di muoversi, mentre Hope si sentiva impotente perché non poteva fare assolutamente nulla per lui, se non rimanere al suo fianco con il cuore spezzato per vederlo in quello stato.

L’obiettivo di poter vivere ogni giorno al massimo era ormai un lontano ricordo. Hope e Steve tornarono nella propria casa in Georgia, negli Stati Uniti e, da quel momento, le cose andarono sempre peggio. Steve era troppo magro per riuscire a badare da solo a se stesso e la sua depressione colpiva ulteriormente le sue condizioni fisiche.

Eppure, anche con la barba incolta ed i capelli poco curati, Hope lo amava ancora. “Lo guardo e credo che sia più bello che mai. Steve è ancora molto bello. Anche se non è curato sono innamorata di lui”, disse Hope.

Nonostante i grandi danni che la SLA ha causato al suo corpo, Steve continua a combattere senza darsi per vinto. Utilizza una sedia a rotelle elettrica per potersi muovere su corte distanze e comunica con Hope attraverso un computer.

Lei ha dedicato tutta se stessa per riuscire a rendere felice il proprio marito, tanto da rinunciare anche al proprio lavoro di terapista per prendersi cura di lui in ogni momento.

Steve e Hope, con l’aiuto di Jeremy Brown, hanno fondato “Drive“. Si tratta di un progetto artistico che permette a Steve di esprimere liberamente la propria creatività creando pezzi unici di arte astratta, i cui proventi vengono utilizzati per la ricerca sulla SLA e per contribuire alle spese mediche che l’uomo deve continuamente affrontare.

La cosa più interessante del progetto “Drive” è il modo in cui vengono dipinti i quadri, in quanto Steve utilizza le ruote della propria sedia per creare cose incredibili. Per il giovane si tratta anche di un modo per dimostrare la propria voglia di vivere, anche quando la sua condizione non è per niente semplice.

Se vuoi conoscere un po’ di più sul loro splendido progetto puoi visitare la pagina Facebook “Hope for Steve“.

Non dimenticare di appoggiare questa bellissima iniziativa condividendo con i tuoi amici la loro bellissima storia d’amore, di modo che ogni coppia possa prenderli d’esempio per avere la forza di lottare insieme contro le avversità e senza mai arrendersi.

Condivisioni 8K

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *