La Sindrome del bambino imperatore: quando i figli si sentono superiori ai genitori e li sfidano

La sindrome del bambino imperatore è una problematica da non sottovalutare affatto poiché sempre più bambini rientrano nella categoria che stiamo descrivendo in questo articolo. In genere tale sindrome spinge il bambino a sentirsi al centro del mondo, portandolo a ergersi sopra alle persone, genitori compresi.

I 5 tratti principali che accomunano i bambini affetti dalla sindrome dell’imperatore

Oltre allo smisurato egocentrismo che abbiamo appena sottolineato, ci sono altre 5 caratteristiche che ci dicono quando abbiamo a che fare con un bambino che si sente imperatore:

1# Si sente di meritare tutto ciò che vuole, tanto è vero che non chiede più gentilmente, ma esige ciò che gli spetta di diritto (ovvero tutto).

2# Non si arrende di fronte ai “no” dei genitori, anzi è lì che ci mette tutto se stesso: tra urla, capricci e piagnistei vari. Insomma per lui nulla può essere negato ed è disposto a fare tutto pur di ottenere ciò che vuole poiché nella sua mente gli spetta di diritto (in quanto si sente imperatore).

3# Quando non contano sull’aiuto di qualcuno, i bambini imperatori dimostrano scarse capacità nel risolvere i “problemi” più elementari come allacciarsi correttamente le scarpe e farsi lo zaino per andare a scuola. Tutto questo vuol dire che qualcun altro ha fatto ciò che doveva fare il bambino stesso.

4# Trova sempre delle giustificazioni assurde per i propri errori e il più delle volte dà la colpa agli altri.

5# Ha sempre da ridire sulle decisioni dei genitori e quando una cosa non gli sta bene chiama quest’ultimi “cattivi” in modo tale da sentirsi sempre nella parte del giusto e con la speranza di far sentire in colpa i genitori.

Cosa bisogna fare in questi casi?

Prima di andare avanti è bene dire quali possono essere i fattori che hanno portato a ciò. Prima di tutto la mancanza di limiti poco chiari che riescano a far capire al bambino ciò che può fare e ciò che non può fare. Il bambino non può ottenere tutto dalla vita e questo deve capirlo il prima possibile. Il mondo di oggi è dominato da relazioni familiari che hanno sempre a che vedere con i soldi, tanto è vero che i bambini imperatore si sentono “traditi” dai genitori quando questi non comprano ciò che lui vuole.

In sostanza appare chiaro e lampante che il bambino affetto dalla sindrome dall’imperatore è in realtà un bambino che non riesce a vedere le cose come realmente sono perché nemmeno i genitori ci vedono chiaramente. In questo caso perciò è necessario che i genitori comincino a comportarsi da veri genitori dando al bambino ciò di cui hanno bisogno veramente e non solamente ciò che vuole.  Perciò basta farsi “rispettare” solamente dietro compenso con frasi del tipo “se fai il bravo oggi ti compro un gioco”, i genitori devono far capire al bambino che comportarsi bene è soprattutto nel loro interesse e per il loro bene piuttosto che per quello di altri.

È bene prendere seriamente in considerazione quando il vostro bambino non si comporta a dovere; trascurare questo oggi vuol dire lasciare che il problema si ingigantisca in futuro; perciò diamoci da fare e rafforziamo come meglio possiamo i legami con i nostri figli, cerchiamo di parlarci più spesso per capire come si sentono e passiamo del tempo di qualità con loro, o ce ne pentiremo.

Cosa ne pensi della problematica del bambino imperatore? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere queste informazioni con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA