Un depravato aggredisce una donna che fa jogging nel bosco. Ma presto lei si gira e lui capisce l’errore

Viviamo in un mondo malato, nel quale le donne devono vivere nel timore e dove molte volte hanno persino paura di stare da sole fuori casa.

Sfortunatamente però la realtà è questa. Probabilmente, a nessuna donna piace l’idea di dover attraversare un parco poco illuminato perché, anche se la maggior parte delle violenze avvengono tra le mura di casa, si preoccuperà sempre del fatto che potrebbe esserci qualche malintenzionato ad aspettarla dietro l’angolo per aggredirla.

Questo incubo è diventato realtà per una donna di Seattle, negli Stati Uniti. Un giorno, mentre stava facendo jogging, un uomo l’ha aggredita ed ha cercato di violentarla. Ma l’aggressore ancora non sapeva con chi aveva a che fare.

Era una normale domenica pomeriggio di primavera.

La giovane donna, Jelly Herron, era uscita a correre, si stava allenando per partecipare ad una maratona.

Instagram / run_kiwi-run

Quando Kelly aveva già percorso all’incirca 6 Km, si fermò per rinfrescarsi in un bagno pubblico all’interno del parco.

Improvvisamente, mentre si stava lavando le mani, qualcuno la attaccò alle spalle.

Un uomo si era nascosto e stava aspettando che entrasse una donna sola di modo da poterla aggredire.

Instagram / run_kiwi-run

L’uomo spinse Kelly a terra ed iniziò a picchiarla. Però quel giorno il depravato non vinse.

Invece di farsi prendere dal panico e rimanere congelata, Kelly riuscì a fare qualcosa di incredibile. Raccolse tutte le sue forze, gridò: “OGGI NO, DISGRAZIATO!” e si difese.

Gli ho graffiato la faccia, l’ho picchiato ed ho cercato disperatamente di fuggire, senza darmi per vinta“, scrive Kelly Herron su Instagram.

Instagram / run_kiwi-run

Ma non era finita qui.

Ciò che l’uomo non sapeva, era che Kelly aveva preso delle lezioni di difesa personale. In quel momento mise in pratica tutte le tattiche che le avevano insegnato e riuscì a vincere.

Riuscì a rimettersi in piedi ed a spingere l’uomo all’interno del bagno, dopodiché lo rinchiuse.

Instagram / run_kiwi-run

L’aggressore rimase chiuso all’interno del bagno fino all’arrivo della polizia che lo arrestò.

Mi hanno ricucito il viso, il mio corpo è pieno di ematomi, però il mio spirito è intatto“, ha scritto su Instagram.

L’uomo venne arrestato ccon l’accusa di tentata violenza. Mentre Kelly, beh lei è una lottatrice incredibile che con tutta se stessa ha dimostrato che il suo corpo non appartiene a nessuno!

Instagram / run_kiwi-run

Kelly ha condiviso la propria storia su Instagram, dove continua ad incoraggiare tutte le donne a lottare e ad essere pronte per qualsiasi evenienza attraverso dei corsi di difesa personale.

Instagram / run_kiwi-run

Tu hai frequentato questi tipi di corsi? Raccontaci la tua esperienza con un commento e non dimenticare di condividere questa bella storia a lieto fine con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

6K Condivisioni

Cosa ne pensi?


<
>