La donna e l’amore dopo i 40 anni

Una volta passati i 40 anni la donna sente una necessità che non può ignorare: quella di tornare a se stessa. Una volta cominciato questo percorso, la nostra mente si rasserena, ma senza mai spegnersi; in altre parole ci acquetiamo nel salutare i nostri ricordi e ci riaccendiamo nel dare il via ad una nuova parte di noi: quella della donna matura che ha visto molte cose e che ha imparato veramente il presente senza farsi più flagellare dagli errori del passato (perché abbiamo già imparato tutto quello che c’era da sapere).

È proprio in questo momento che scopriamo veramente l’essenza della nostra anima: infatti, a partire da questa età, amando i nostri simili, scopriamo di avere un cuore sereno ma con sangue ardente che ci aiuta a capire che tipo di creature siamo, riuscendo poi a percepire quali sono i nostri punti di forza e le nostre debolezze. Rendersi conto di tutto questo ci permette di poter superare gli ostacoli interiori che ci hanno limitato per tutti questi anni, una volta superata tale fase la donna abbraccerà finalmente la maturità e perciò entrerà in contatto con la se stessa matura, la sua vera essenza.

Maturità e amore

Non è affatto facile maturare in amore; ciononostante una volta che tale procedimento avviene non possiamo che constatare la nascita di un forte sentimento di amore per noi stessi basato sulla dignità ed il rispetto; questi valori, a partire da una certa età e da certi vissuti, influiscono sui nostri affetti plasmando le nostre future azioni e, conseguentemente, i nostri futuri percorsi.

Non a caso, solamente a partire da una certa età è possibile capire che la nostra casa, quella stessa casa che ci protegge dalle tempeste che la vita ci impone, non si trova in qualche luogo strano, ma in noi stesse. In sostanza l’amore maturo è la conseguenza di un processo di individualizzazione e maturazione che può risultare molto dolorosoma pur sempre necessario se vogliamo guarire dall’incompletezza e dall’immaturità che abbiamo manifestato nella nostra giovinezza.

La maturità finale: come avviene il tutto

Per qualcuna di noi arriverà prima e per qualcun’altra dopo, ma per tutte sarà sempre preceduto da alcuni anni di stallo dovuti alla distrazione e al deragliamento della propria identità emotiva: quei momenti dove non capiamo chi siamo veramente, dove stiamo andando e qual è il nostro posto nel mondo.

Una volta finita la fase di stallo avremo come risultato una grande saggezza che ci farà vivere il tutto in un modo diverso ed unico. Solo in quel momento saremo capaci di idratarci e di ricostruirci sentendoci finalmente perfettamente inglobate a noi stesse e al nostro mondo interiore. Questa è la maturità finale, quello stadio dove brilliamo più che mai, quello stesso stadio che abbiamo conquistato con il sudore e le lacrime scaturite dai nostri sforzi passati, godiamoci le nuove noi stesse e l’amore che proviamo per esse e per il mondo circostante.

Cosa ne pensi di queste parole? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere queste preziose informazioni con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Back to top button