Lo stomaco della bimba continua a crescere, i medici la visitano e scoprono l’orribile verità

Sara e Chris St. James erano felicissimi quando scoprirono che Sarah era rimasta incinta del loro secondo figlio, questa volta aspettavano una bella bambina.

E come tutti i genitori, erano molto contenti nel vedere che la propria figlia stava per venire al mondo senza grosse complicazioni.

La bambina, Sloan, è nata felice e sana, ma dopo pochi mesi i suoi genitori si sono accorti che c’era qualcosa che non andava. La piccola stava ingrassando più del normale, soprattutto nella zona intorno allo stomaco.

La loro bimba mangiava normalmente e si stava sviluppando in maniera corretta rispetto alla sua età, però la sua pancina continuava a crescere, così Sarah e Chris iniziarono a preoccuparsi seriamente.

Al posto di portare Sloan da un pediatra, Sarah e Chris la portarono direttamente all’ospedale di Boston. Si erano resi conto del fatto che la sua pancia crescesse più del normale, però speravano che i medici li potessero tranquillizare.

Sfortunatamente, il medico fece una tremenda scoperta e comunicò loro una notizia che non avrebbero mai voluto sentire. Sicuramente il colpo fu molto forte, ma questa coppia non era disposta ad arrendersi.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10102612193949291&set=pb.11002394.-2207520000.1515697534.&type=3&theater

I medici diagnosticarono all piccola Sloan una malattia del fegato chiamata Atresia biliare, la quale blocca o danneggia il sistema biliare. In pratica, l’acido biliare rimane all’interno del fegato e lo deteriora.

La breve vita di Sloan era appesa ad un filo

“L’abbiamo portata all’ospedale per tranquillizzarci ed invece abbiamo ricevuto una notizia devastante che ci ha paralizzati”, racconta Sarah al Sentinel Source e continua dicendo: “Abbiamo potuto riportare a casa Sloan, ma presto siamo ritornati di corsa all’ospedale. Solo una settimana dopo eravamo di nuovo al pronto soccorso”.

L’unica cosa che avrebbe potuto salvare questa piccolina era un trapianto di fegato ed era urgente.

Nessuno dei due genitori ha il gruppo sanguigno compatibile con quello della figlia, perché Sloan appartiene al gruppo 0; così hanno continuato a raccontare la propria storia a tutti con la speranza di trovare un donatore compatibile e disponibile.

Le norme per le donazioni sono molto severe. Il donatore deve essere un familiare o un conoscente, deve voler donare ed inoltre lo deve fare gratis. Il donatore deve anche sostenere una serie di test psicologici e, ovviamente, deve essere fisicamente compatibile con il malato.

Un amico di famiglia, Jake Tenney, aveva visto il post di richiesta di aiuto su Facebook e decise di condividere la loro storia sul proprio profilo.

Ed è stato proprio allora che è apparso un inaspettato eroe. Lo sconosciuto era perfetto in molti sensi ed era abituato a salvare delle vite.

Si trattava di Steve Tenney, fratello di Jake. Steve è un veterano di guerra ed ha lavorato nelle forze dell’ordine del New Hampshire per 18 anni.

Dopo aver superato una serie di prove mediche, lo operarono per estrargli il 20% del fegato. Fino al giorno dell’intevento non aveva ancora avuto il piacere di conoscere la piccola Sloan.

Non ha avuto dubbi

“Fortunatamente mi trovavo in un buon momento della mia vita e ne parlai con mia moglie. Non ho avuto bisogno di convincerla, mi disse subito che se avessi potuto aiutare una bimba di 4 mesi a sorpravvivere, avrei dovuto farlo”, racconta Steve.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10102938488572251&set=pb.11002394.-2207520000.1516641625.&type=3&theater

Per fortuna entrambe le operazioni sono andate per il meglio. Il fegato è un organo che è in grado di rigenerarsi da solo, pertanto il fegato di Steve tornerà ad essere quello di prima e anche per Sloan sarà lo stesso, man mano che diventerà grande il suo fegato crescerà insieme a lei.

Questa piccolina è stata molto fortunata e una parte del suo eroe potrà sempre rimanere con lei.

Si tratta di una delle storie più belle che abbia mai sentito. La vita di Sloan sarebbe potuta finire lì, ma grazie alla generosità di Steve questa storia ha potuto avere un lieto fine.

Cosa ne pensi del gesto di questo grande uomo? E se ti trovassi al suo posto cosa faresti? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere questa bella storia con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:

Non perderti:

Altri articoli

<
>