Un bambino maleducato prende in giro i suoi compagni più poveri. Sua madre si arrabbia e gli chiude la bocca con questo castigo

Viviamo in una società malata che tende a giudicare il prossimo in base a come si veste o all’auto che possiede.

Si tratta di un messaggio che ci arriva, per lo più, dai mezzi di comunicazione, il quale determina le nostre azioni e che, irrimediabilmente, finisce per essere assorbito dai più giovani.

Per questo motivo, una madre statunitense si è molto preoccupata quando ha visto che il proprio figlio ha iniziato a giudicare ed a criticare i compagni di classe che non si vestono con abiti di marca, o che comprano in negozi a basso costo come quelli della catena Goodwill.

Per evitare che il proprio figlio diventasse un uomo superficiale ha deciso di dargli un’importante lezione.

Cierra Forney ha un figlio di 13 anni e da qualche tempo si era accorta di un cattivo atteggiamento del ragazzo che non le piaceva per niente.

Il figlio adolescente si prendeva gioco dei compagni di scuola che comprano in negozi a basso prezzo.

Per questa mamma è molto importante che il proprio figlio diventi un uomo rispettabile e responsabile e non poteva permettere che criticasse le persone per non avere sufficienti risorse, o che si credesse meglio degli altri per avere una migliore condizione economica.

Per questo motivo, ha deciso di dare al ragazzo una punizione esemplare che gli avrebbe anche dato una buona lezione di vita. Inoltre, ha pubblicato sul proprio profilo di Facebook la propria strategia pedagogica.

Questo è il post di Cierra:

“Ultimamente, mio figlio di 13 anni ha agito un po’…con arroganza. Si comporta come se fosse troppo bello per fare acquisti da Wal-Mart, o fa commenti sarcastici sui bambini della scuola che comprano da Goodwill e tante altre cose. Non tollero questo. Oggi, ha preso 20 dollari dai propri risparmi ed è andato da Goodwill per comprare dei vestiti che userà per tutta la settimana di scuola. Qualunque cosa trovi è ciò che dovrà indossare. Lui non è felice ed ha versato alcune lacrime, però credo che tra 15 anni si guarderà indietro e riderà ripensando al giorno in cui sua madre lo ha mandato a comprare da Goodwill. Voglio insegnare ai miei figli che il denaro non è tutto e che se vogliono denigrare le altre persone solamente per il negozio in cui fanno i propri acquisti, allora anche loro dovranno comprare lì. P.S. Amo Goodwill.”

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2142500755776628&set=a.209372489089474.62468.100000501728921&type=3&theater

Sicuramente, questo ragazzo non dimenticherà mai la lezione che gli ha dato sua madre. Speriamo che faccia effetto e che smetta di giudicare gli altri solo per come si vestono.

Cosa ne pensi della tattica di questa mamma? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere con i tuoi amici la strategia di Cierra per far capire al proprio figlio che il valore di una persona non si può capire dai vestiti che indossa.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button