10 segnali che ci dicono che chi è morto, in realtà, non ci ha mai lasciato e ci ama ancora

La vita è straordinaria. Ha un solo limite: finisce. Una realtà con cui non ci si confronta fin quando uno dei nostri cari va incontro a quella che è l’ineluttabilità del destino. Chissà quante volte ci è venuta voglia di poter abbracciare ancora una volta chi, in realtà, non potremo più “toccare”.

Come cantava un noto cantautore l’amore è l’unico modo “per fregar la morte”. Quello che, molto spesso, continuiamo a provare verso chi ci ha lasciati e che probabilmente prova ancora chi sta dall’altra parte.

La speranza è di avere sempre vicino degli angeli custodi che potrebbero cercare di entrare in contatto con noi e proprio per questo possiamo individuare dieci segnali che potrebbero indicare la loro vicinanza.

1) Attraverso i sogni

Dormire rappresenta il momento in cui si ha il massimo grado di elevazione del nostro subconscio, dimensione in cui è più facile entrare in contatto con chi ci ha lasciati.

2) I profumi

Capiterà, infatti, di sentire un aroma o una fragranza in maniera apparentemente inspiegabile, a volte la stessa che accompagnava la persona cara che non c’è più.

3) Oggetti fuori posto

A volte vi sembrerà di ricordare di aver posto in un determinato luogo un oggetto, ma vi accorgerete che è da tutt’altra parte. Questo potrebbe dipendere da un ruolo di qualcosa di soprannaturale.

4) Le canzoni

Se state ascoltando una stazione radio e di colpo passa l’artista o il titolo che accompagnava il rapporto che avevate con la persona cara defunta.

5) I pensieri


Se ad andare via è una persona che non voleva che correte in macchina e di colpo preferite decelerare, quello è il momento in cui sta provando a mettersi in contatto con voi.

6) Regali inaspettati

Se il collega o l’amico che non è mai stato magnanimo di doni nei vostri confronti decide di farvene uno, è molto probabile che sia influenzato da altri.

7) La persona giusta al momento giusto


Se non vivete un momento felice della vostra vita e di colpo vi accorgete di esservi attorniati da chi può darvi una grossa mano a risorgere, è probabile che la stella cometa che avete inconsciamente seguito vi abbia portato a scegliere bene. Ma quella stella che vi ha guidato sapete bene chi è.

8) Durante i funerali

C’è chi durante i funerali di altre persone sente una carezza, un tocco sulla spalla. Un qualcosa di soprannaturale che risulta di grande impatto.

9) Animali

Si dice che a volte gli spiriti usino gli animali domestici per trasmettere le proprie emozioni ai cari. Che siate scettici o no, l’idea di immaginare che il proprio cane possa anche racchiudere l’amore del proprio caro ormai andato via è una gran bella metafora.

10) Quando avete voglia di vecchie abitudini

Accompagnare il nonno a fare lunghe passeggiate nel bosco era bello da bambini, ma era diventato noioso da ragazzi. Avere voglia di tornare a farlo senza la sua compagnia è indice del fatto che una guida superiore vi vuole stare vicini.

I segnali citati potrebbero non essere delle regole concrete, ma rappresentano sicuramente degli strumenti attraverso cui possiamo onorare la memoria di chi non c’è più e tributargli un affettuoso pensiero anche a distanza. Chi, invece, ci crede ciecamente avrà modo di essere felice di non essere stato dimenticato da chi non c’è più.

Ti è mai capitato di percepire uno di questi segnali? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Back to top button