Ti lavi le mani nel modo giusto? Ci sono 6 passaggi da fare, il 97% delle persone non li segue

Lavarsi le mani è un esercizio che appartiene alla quotidianità. Qualcosa che, secondo le regole dell’igiene personale, andrebbe fatta il più delle volte possibile. In molti, però, commettono l’errore di sottovalutare il metodo con cui lo fanno. Un recente studio rivela che il 97% delle persone si lava le mani in modo sbagliato. La cosa peggiore è che ciò si ripercuote non solo sul singolo, ma anche sulla collettività. Pare, infatti, che anche un solo individuo con un livello igienico delle mani non soddisfacente possa essere in grado di portare alla contaminazione di alimenti e superfici generando malattie, più o meno serie, che possono coinvolgere soggetti terzi.

Pixabay.com

Uno studio svolto dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti ha messo in evidenza come tantissime persone non siano solite lavarsi le mani con il sapone strofinandole per almeno venti secondi. È questo l’arco di tempo raccomandato affinché venga scongiurato il rischio di tenere sul palmo o sul dorso della propria mano virus o batteri. Altro errore che in molti commettono è quello di non asciugarle con un asciugamano pulito.

Lo studio ha avuto un campione di 383 soggetti, tutti operanti nel campo della ristorazione nell’area metropolitana di Raleigh-Durham, nella Carolina del Nord, e anche nella zona rurale di Smithfiled.

È stato dimostrato che lo scarso impiego delle corrette linee guida per un accurato lavaggio delle mani ha determinato diverse contaminazioni incrociate. È risultato infatti che i partecipanti al test siano stati in grado di trasmettere batteri ai contenitori delle spezie, agli hamburger che hanno preparato e persino alle maniglie dei frigoriferi.

“I batteri non si possono né annusare, né vedere”, ha detto Carmen Rottemberg, vicesegretario della sicurezza alimentare presso l’USDA.  “Semplicemente lavando le mani correttamente, si può  proteggere la propria famiglia e impedire che i batteri contaminino il cibo e le aree chiave della cucina”.

Questo è il metodo corretto, indicato passo passo:

1# Le mani vanno bagnate con acqua corrente pulita.

2# Dopo averle bagnate, il rubinetto va chiuso e bisogna iniziare ad applicare il sapone.

3# Le mani vanno incrociate il più possibile strofinandole insieme al sapone. Occorre fare in modo che lo strofinio riguardi anche il dorso, gli spazi tra le dita e sotto le unghie.

4# Il passaggio numero 3 va protratto per almeno venti secondi. Qualcuno sostiene che il tempo corretto sarebbe scandito dal recitare tutto l’alfabeto o dal cantare la canzone “Buon compleanno” due volte.

5# Il risciacquo va fatto bene sotto acqua corrente pulita.

6# Le mani prima di essere “utilizzate” devono essere asciutte. Si può scegliere un asciugamano per velocizzare la cosa oppure attendere che sia l’aria a fare il suo corso.

Lavarsi le mani correttamente è il metodo migliore per evitare malattie che possono provenire dal consumo di cibo. Solo negli Stati Uniti si stimano 128.000 ricoveri e 3000 morti generati da malattie di origine alimentare, propiziate anche da una scarsa igiene delle mani.

Sapevi che esiste un modo corretto per lavarsi le mani? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.