Il rimprovero di una cameriera ad un cliente che le ha toccato il sedere

Il ristorante Vinnie Go-Go di Savannah, in Georgia, può vantare di avere una stella tra i suoi dipendenti. Si tratta di una delle sue cameriere che si è trasformata in un fenomeno sui social network, dopo che un video con la sua reazione nel momento in cui un cliente le ha toccato il sedere ha fatto il giro del web.

Nel video si può vedere chiaramente la ragazza, Emelia Holden, impegnata nel proprio lavoro, quando ad un certo punto un cliente si alza, passa dietro di lei e senza alcun tipo di riguardo le tocca il sedere. Ciò che però non si aspettava quest’uomo era sicuramente la reazione di Emelia, la quale è corsa immediatamente dietro di lui, lo ha afferrato per la maglia e lo ha sbattuto contro la parete lasciandolo K.O.

Lui cade a terra contro il bancone del ristorante e, nel frattempo, Emelia lo rimprovera per il proprio comportamento, umiliandolo pubblicamente di fronte ad altri clienti.

“L’ho guardato e gli ho detto: Non toccarmi!”, ha raccontato Emelia a People.

“Non ho nemmeno pensato, ho solo reagito. Non lo avevo mai fatto prima. Quando mi sono sentita toccare, la prima cosa che mi è venuta in mente era che potesse essere uno dei miei colleghi…è stato un contatto davvero intimo. La sua mano era andata più in là di dove avrebbe dovuto fermarsi, così mi son detta che non era possibile che un estraneo potesse fare questo”, afferma Emelia.

Secondo la versione di un cliente del locale, l’uomo che è stato accusato di aggressione ha assicurato che non voleva toccarle il sedere, ma che, semplicemente, stava cercando di spostarla per passare.

Emelia, di 21 anni, ha raccontato al Daily Mail: “Una volta che i poliziotti hanno visto il video, lo hanno subito arrestato. Non c’erano dubbi su cosa avesse fatto. Io ho fatto solo ciò che mi sembrava migliore in quel momento. Ho buttato a terra l’uomo e subito dopo i miei colleghi di lavoro hanno chiamato la polizia. Quando sono arrivati gli agenti ed hanno visto il video, lo hanno arrestato immediatamente e lo hanno messo in prigione per due giorni. Sinceramente, credo abbia avuto ciò che si è meritato”.

Di seguito il video ripreso dalle telecamere del locale:

“Ciò che voglio è che con questa esperienza tutte le donne sappiano che è giusto difendersi. Abbiamo tutto il diritto del mondo di indossare ciò che vogliamo e, senza alcun dubbio, abbiamo tutto il diritto di difenderci”, ha affermato la ragazza cercando di incoraggiare tutte le donne, che subiscono le stesse molestie che ha dovuto subire lei, a difendersi e a non lasciar correre.

Cosa ne pensi della reazione di Emelia? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano dirti il loro parere. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

931 Condivisioni

Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.