La lettera dell’insegnante in pensione viene applaudita da molte persone. Tu sei d’accordo?

La maggior parte delle persone ha una propria opinione sul sistema scolastico e sull’educazione dei bambini.

Un professore in pensione ha scritto una lettera ad un giornale per dar voce, una volta per tutte, al proprio parere.

alhovik / 123RF Archivio Fotografico

Di seguito puoi trovare la traduzione di ciò che ha scritto l’insegnante:

“Da insegnante in pensione, sono stanco di tutte le persone che non sanno nulla sulla scuola pubblica, che non ci sono state di recente, o che credono di poter aggiustare il nostro sistema educativo.

Gli insegnanti non sono il problema! Sono i genitori ad essere il problema. Non insegnano ai bambini le buone maniere e nemmeno insegnano loro cosa sia il rispetto verso il prossimo; i bambini non hanno nemmeno una conoscenza generale di come fare per andare d’accordo con le altre persone.

I bambini vengono a scuola con scarpe che costano più dell’abbigliamento dell’insegnante e, allo stesso tempo, non hanno né carta o matite per la lezione.

Quando uno parla di scuole che hanno “fallito”, che provi a guardare i genitori ed i bambini. Le mamme ed i papà vanno alle riunioni dei genitori? Parlano regolarmente con gli insegnanti? Si assicurano che i bambini siano preparati e che abbiano il materiale necessario? Si assicurano che i bambini facciano i propri compiti? Hanno un numero di telefono funzionante?

Gli studenti prendono appunti in classe? Fanno il proprio dovere? Ascoltano durante le lezioni o l’alunno è uno di quelli che disturba e infastidisce gli altri?

Quando si prendono in considerazione tutti questi fattori si capisce che non sono le scuole ad avere fallito, bensì i genitori.

Gli insegnanti non possono fare il proprio lavoro ed anche quello dei genitori.

Fino a quando i genitori non faranno il proprio lavoro, niente potrà migliorare!”

Facebook/Tony Flowers

Sei d’accordo con l’opinione dell’insegnante? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere la lettera con i tuoi amici per conoscere anche il loro parere.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA