Daranno vacanze extra alle donne single perché possano cercare marito

Rispetto ad un tempo, sono sempre di più le persone che decidono di rimanere single, ma, di fatto, in alcuni paesi del mondo questo status, dopo una certa età, viene ancora considerato come un motivo di imbarazzo. In Cina, per esempio, le donne che hanno più di 25 anni e che non hanno un marito vengono chiamate “Sheng nu“, si tratta di un termine dispregiativo che significa letteralmente “donne abbandonate” o “donne avanzi“.

Questa pressione sociale è talmente radicata che due aziende, la Hangzhou Songcheng Performance e la Hangzhou Songcheng Tourism Management, hanno deciso di introdurre dei giorni di vacanza extra, per i festeggiamenti del Capodanno cinese, a tutte le donne non sposate che hanno più di 30 anni. Il motivo è perché possano approfittare di questo tempo in più per cercare un marito, poiché il matrimonio viene associato alla felicità e, di conseguenza, alla produttività.

Entrambe le compagnie che operano nel settore delle attrazioni hanno adottato questa misura per le lavoratrici single che hanno più di 30 anni, queste donne potranno godere di 8 giorni di vacanza retribuiti in più per frequentare i propri pretendenti.

Secondo quanto afferma Huang Lei, il direttore delle risorse umane, l’iniziativa è stata accolta con piacere da tutti i lavorari.

Le donne assunte da queste aziende lavorano principalmente nei reparti interni e molte di loro sono artisti di spettacolo, per questo motivo hanno poche possibilità di interagire con altre persone, per questo sperano che in questo modo possano avere più contatti con il mondo esterno.

L’annuncio del congedo per le vacanze extra arriva dopo che una scuola secondaria, anch’essa a Hangzhou, la settimana scorsa ha introdotto una nuova politica per dare agli insegnanti single stressati un extra di due giorni di “congedi amorosi” al mese, per aiutarli a sollevare il morale e perché possano rilassarsi.

Tuttavia, non a tutti è piaciuta questa idea, ci sono persone che lottano contro questa “data data scadenza“, perché non si parla solamente di giorni di vacanza in più, ma soprattutto perché esiste un vero e proprio “mercato del matrimonio“, all’interno del quale i genitori pubblicano i profili dei propri figli per attirare candidati.

Per far fronte a tutto questo, diverse donne si sono unite alla campagna #changedestiny che si oppone all’umiliazione di essere chiamate “donne avanzi“.

Tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:

Non perderti:

Altri articoli