Nasce la prima lince sui Pirenei dopo oltre un secolo

La lince è uno degli animali più belli del regno animale e la notizia della nascita di un esemplare tra i pirenei ha dello straordinario.

Il Centro faunistico di MónNatura Pirineus fa parte della Fundació Catalunya La Pedrera, si trova nelle vicinanze di Son, a Pallars Sobirà, in Catalugna, Spagna e, da maggio, ha tra i suoi ospiti la prima lince nata sui Pirenei catalani dopo oltre un secolo.

Quest’esemplare fa parte di un progetto per la preservazione della fauna selvatica, grazie ad un’attività di allevamento in cattività.

La lince è nata il 28 maggio, si tratta di un maschio in perfetta salute e dal peso di un chilo. Il cucciolo appartiene alla specie della lince europea o lince eurasiatica (Lynx lynx), la quale era completamente estinta dalla zona da decenni.

I genitori del cucciolo sono due linci nate in cattività nel maggio del 2008 in un centro faunistico della Galizia, le quali sono poi state trasferite a MónNatura Pirineus nell’agosto dello stesso anno.

Sono al centro da 11 anni ed è il primo cucciolo che hanno avuto, e in modo del tutto naturale“, ha dichiarato Miquel Rafa, direttore del Territorio e dell’Ambiente della Fondazione Catalunya La Pedrera.

Il direttore ha poi aggiunto che la presenza della lince aiuterà a rafforzare il lavoro di educazione ambientale che il centro svolge. Le specie ospitate sono molte tra cui il falco pescatore, la volpe e il capriolo.

MónNatura Pirineus venne aperto nel 2002, con lo scopo di recuperare la fauna selvatica e di educare alla conservazione ambientale, attraverso soggiorni e azioni mirate.

Sono stati moltissimi gli studi condotti negli anni riguardo la possibilità di reintrodurre in natura la lince europea sui Pirenei, tuttavia, al momento non è ancora stata approvata alcuna azione per il rilascio di esemplari di questa specie nell’ambiente naturale.

Cosa ne pensi della nascita di questo cucciolo? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste buone notizie. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Hai una storia da raccontarci? Scrivi a info@curiosandosimpara.com

889 Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>