Food in the nude: addio alla plastica per frutta e verdura nei supermercati della Nuova Zelanda

Con le numerose iniziative per l’eliminazione della plastica in tutto il mondo, ecco che in Nuova Zelanda, una catena di supermercati di frutta e verdura ha lanciato da alcuni mesi un progetto contro l’abuso della plastica utilizzata per imballare i prodotti.

Il progetto è stato chiamato Food in the Nude, e consiste nella completa eliminazione dell’imballaggio di plastica per sostituirlo, dove è necessario, con un materiale 100% compostabile e riciclabile.

https://www.facebook.com/FloripaLivredePlastico/photos/a.824062551123350/967554906774113/?type=3&theater

La catena di cui stiamo parlando è Foodstuff che gestisce il 53% del mercato alimentare neozelandese, il cui fatturato è visibilmente aumentato visto il grande consenso dei cittadini nei confronti dell’iniziativa.

Ormai impacchettare frutta e verdura, anche quella bio, rappresenta una vera e propria ossessione, che andrà solamente a riempire il nostro carrello per poi finire quasi sicuramente in mare (in seguito allo smaltimento).

https://www.facebook.com/asociaciondedefensaanimalsuyay/photos/a.10152795622015223/10161437752760223/?type=3&theater

Il progetto ideato da questa azienda è stato fonte risolutoria del problema, grazie al quale le vendite sono aumentate fino al 300% ed la frutta e la verdura vengono collocate in scaffali dotati di delicati getti d’acqua per mantenere la loro freschezza.

Inoltre, è stato installato un sistema di osmosi inversa per trattare l’acqua, il quale permette la rimozione del 99% dei batteri e del cloro. Per questo, dall’azienda affermano con certezza di prendersi cura dei propri prodotti con acqua pura.

https://www.facebook.com/nrgxpress1/photos/a.829993257067619/2257663567633907/?type=3&theater

Entro il 2025, in tutti i supermercati di questa catena verranno venduti prodotti all’interno di imballaggi biodegradabili o riciclabili. Verranno inoltre introdotti dei vassoi per alimenti riciclabili, andando dunque a diminuire il numero delle vaschette di plastica nelle discariche, dove attualmente, ogni anno, se ne contano ben 80 milioni.

Visti gli enormi vantaggi sia economici, sia del benessere dell’ambiente, non possiamo fare altro che augurarci che tale iniziativa arrivi presto anche nel nostro paese.

https://www.facebook.com/weloveretailBRSP/photos/a.385372991586732/1108085525982138/?type=3&theater

Potrebbe interessarti Carrefour cambia la plastica con una rete di cotone per l’acquisto della frutta

Cosa ne pensi di questo meraviglioso progetto? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se ha una storia da raccontare, scrivi a info@curiosandosimpara.com

Back to top button