Lass, il cane che ha imparato da solo a riportare a casa il suo proprietario con l’alzheimer e lo ha salvato da una profonda depressione

Lass è un grande Labrador di colore nero che ha circa 7 anni. Lui non possiede un riconoscimento ufficiale da cane da assistenza o da terapia, ma questo è quello che ha imparato a fare da solo per aiutare il suo amico Mariano che soffre di alzheimer.

Lass è arrivato in questa famiglia quando aveva pochi mesi di vita. Il cane ha seguito solamente un corso di addestramento base quando era ancora un cucciolo e nulla di più. Ma, nonostante questo, quando la malattia dell’uomo era ancora nella fase iniziale, si è assunto il compito di riportare a casa Mariano che, durante le passeggiate, perdeva l’orientamento e non riusciva a ritrovare la strada del ritorno.

Carlos, il figlio di Mariano, spiega che hanno scoperto questa abilità di Lass solamente osservandolo: “Ci siamo presi diversi spaventi, a volte i vicini dovevano riportare a casa mio padre e questo accadeva sempre quando usciva senza Lass. Lass lo ha sempre riportato a casa, nonostante tutte le porte d’ingresso del quartiere siano molto simili. Abbiamo anche notato che quanto mio padre cercava di entrare in una casa che non era la sua, Lass glielo impediva. È un cane molto forte, se vuole andare avanti è difficile fermarlo. Abbiamo risposto in lui la nostra fiducia e questo ha permesso a mio padre di vivere per qualche anno in più con maggiore autonomia e di migliorare la qualità della sua vita; questo è il meglio che avremmo potuto sperare“.

Potrebbe interessarti: Hanno inventato delle scarpe con GPS per localizzare gli anziani che soffrono di demenza. Li aiuterebbe a non perdersi

In realtà Lass non è arrivato in questa famiglia per questo motivo, il tutto è nato da lui in maniera spontanea. Di fatto, il cane è stato adottato per dei bisogni affettivi, perché potesse incoraggiare Mariano ad andare avanti.

Quando gli hanno diagnosticato la malattia, era consapevole di quello a cui sarebbe andato incontro e si è generata in lui una profonda depressione. Lass è venuto per questo e con il suo arrivo la sua sensazione di solitudine è diminuita, lo ha obbligato a uscire ed a prendersi la responsabilità di avere qualcuno di cui prendersi cura. Il suo umore è migliorato notevolmente e, di conseguenza, anche quello di tutta la famiglia“, racconta Carlos.

L’uomo ha detto che ormai non escono più da soli a passeggiare, però la compagnia, gli stimoli e il supporto emotivo rimarranno fino alla fine.

Potrebbe interessarti: 9 abitudini che devi adottare oggi per fermare la demenza o il morbo di Alzheimer prima del loro inizio

Di recente, il cane ha ricevuto un premio dai veterinari di Madrid che, ogni anno, consegnano a società, organizzazioni e privati che “promuovono il benessere e la qualità della vita degli animali“, in questo caso Lass si è meritato questo riconoscimento per aver reso più sicura e più bella la vita di Mariano.

Cosa ne pensi di questo stupendo cane? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere la sua bella storia. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Back to top button