“Bambi cerca casa”: in Toscana il cerbiatto che ama le persone è stato abbandonato e ora ha bisogno di qualcuno che si prenda cura di lui

Dall’Appennino tosco-emiliano, più precisamente da Posola, una frazione di Sambuca Pistoiese che si trova in provincia di Pistoia, è stato lanciato un appello sui social network da una donna di nome Gaia, per aiutare un cerbiatto che molto probabilmente è stato cresciuto dall’uomo e poi abbandonato a se stesso.

Da alcuni giorni, in questo piccolo paese di montagna, è stato abbandonato un cerbiatto che ora continua a cercare la presenza dell’uomo. Solitamente i cervi quando vedono una persona si allontanano, ma lui entra in casa, sale in auto e fa di tutto per trovare un po’ di compagnia anche da cani e gatti. I bambini del posto ci giocano per la strada, mentre gli anziani lo nutrono.

Gaia sta cercando in tutti i modi per trovare una sistemazione a questo povero animale, poiché pensa che potrebbe diventare un pericolo una volta diventato adulto. Inoltre, si sta avvicinando l’inverno e, ben presto, nella frazione di Posolo non ci sarà più nessuno. Difficilmente questo cervo ritornerà nel bosco di propria iniziativa, poiché, purtroppo, sembra essere ormai diventato un animale domestico.

La donna ha provato a contattare numerose associazioni, istituzioni ed enti e dopo aver lanciato l’appello sul gruppo Facebook Canini&Gattini, ora si è rivolta al Tgcom sperando di ottenere l’aiuto necessario da parte della Regione Toscana.

Il cucciolo maschio attualmente pesa circa 70 chili, tuttavia, quando sarà adulto arriverà a pesare sui 3 quintali. La donna inoltre è stata informata che quando il cervo raggiungerà la maturità sessuale diventerà aggressivo nei confronti dell’uomo e le guardie forestali, allora, non potranno fare altro che abbatterlo.

Speriamo che l’appello di Gaia possa essere ascoltato e che sia possbile trovare al più presto una sistemazione adeguata per questo dolce cerbiatto.

Potrebbe interessarti Un puma che è stato salvato da uno zoo e che non può essere riportato nel suo habitat vive come un gatto viziato

Cosa ne pensi? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere questa storia. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se hai una storia da raccontare, scrivi a info@curiosandosimpara.com

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

2K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>