Un puma che è stato salvato da uno zoo e che non può essere riportato nel suo habitat vive come un gatto viziato

Messi è un puma che ha avuto il suo nome in onore della grande stella del calcio argentina Lionel Messi. Questo puma è stato salvato da una coppia russa, Mariya e Aleksandr Dmitriev, dallo zoo Saransk di Penza, quando aveva solamente 8 mesi di vita.

Messi era uno dei tre cuccioli nati all’interno dello zoo, gli altri due vennero chiamati Suarez e Neimar, tuttavia, all’interno della struttura i cuccioli venivano tenuti in cattive condizioni. Nonostante Messi avesse dei problemi di salute la coppia se ne innamorò e decisero di adottarlo. Durante un’intervista Aleksandr ha dichiarato che da sempre sognava di avere un grande felino.

Avevo sempre pensato che avrei avuto una lince, mai un puma. È difficile da spiegare, però crediamo che avere questo puma sia parte del nostro destino“, ha affermato l’uomo.

Ed ha continuato dicendo: “Per tre giorni abbiamo pensato se fosse morale avere un puma, se fosse un qualcosa che potesse avere un senso comune, però non abbiamo potuto lottare contro tutto questo. Così, siamo andati allo zoo e abbiamo cominciato la negoziazione per comprare Messi. Siamo rimasti sorpresi quando abbiamo capito che erano d’accordo“.

Offrire a Messi le cure e le attenzioni di cui ha bisogno è da sempre per la coppia una grande sfida, non solo perché si tratta di un animale selvatico, ma anche perché ha bisogno di cure mediche specifiche per via della malattia di cui soffre.

Quando era piccolo era molto debole e richiedeva molte attenzioni“, ha affermato Aleksandr.

Lui ha bisogno di muoversi costantemente e per portarlo a spasso hanno deciso di compargli un cappottino e un guinzaglio speciale.

Aleksandr ha detto: “Per via dei suoi problemi di salute ha raggiunto solamente due terzi della grandezza di un puma normale, per questo pesa solo 40 chili, ma è comunque 10 volte più grande di un gatto comune. È come un cane. Abbiamo iniziato a portarlo fuori piano piano. Prima non era molto attivo. Ora facciamo due lunghe passeggiate al giorno. In questo senso non è molto diverso dall’avere un cane“.

È stato difficile trovare qualcuno che potesse addestrare questo felino, però, alla fine, abbiamo trovato una scuola di addestramento per cani che ha potuto frequentare e ora risponde a 10 comandi diversi“, ha raccontato l’uomo.

Ci ha convinti con il suo comportamento che è un vero e proprio membro della famiglia, non farebbe nulla di male, a parte qualche marachella. È molto amorevole e gli piace il contatto fisico. Si trova molto bene con le persone“, ha affermato Aleksandr.

La coppia ha fatto di tutto perché Messi potesse sentirsi a proprio agio, per questo, il corridoio della loro casa è arredato con delle pareti di bambù, con il tronco di un albero e con uno spazio apposito perché possa nascondersi.

L’uomo ha detto che: “È come un gatto, però grande. Ha tutte le abitudini di un gatto“.

Nonostante molti abbiano detto alla coppia che la loro scelta di adottare un puma sia sbagliata e che starebbe meglio in un santuario o in una riserva, loro sono convinti che per come è stato cresciuto non riuscirebbe a sopravvivere a contatto con altri animali selvatici.

Mariya ha affermato che: “Chiaramente è pericoloso avere un grande felino in casa, però Messi è una creatura speciale“.

Potrebbe interessarti Un uomo vive con il proprio caimano domestico da ben 37 anni

E tu cosa pensi della strana scelta della coppia? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere la loro storia. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se hai una storia da raccontare, scrivi a info@curiosandosimpara.com

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

9K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>