I volontari portano a spasso dei nonni con mobilità ridotta perché non dimentichino il brivido di andare in bici

Il vento fra i capelli, la brezza che accarezza il viso e quella sensazione di libertà che sfiora l’anima. Di fatto, andare in bici genera diverse emozioni che sono difficili da eguagliare. Tuttavia, con il passare degli anni si pedala sempre meno e la bici viene messa da parte per motivi fisici o per altre priorità.

Proprio per questo motivo, un gruppo di volontari ha creato il Cycling Without Ages (Ciclismo senza età), lo scopo di questo progetto è quello di portare i nonni con ridotte capacità motorie a fare un giro in bicicletta per far riscoprire loro queste meravigliose emozioni.

Cycling Without Ages è un movimento nato nel 2012 da un’idea di Ole Kassow. Ole voleva aiutare gli anziani a ritornare ad andare in bicicletta, però aveva bisogno di trovare una soluzione per coloro che faticavano a muoversi. La risposta al suo problema la trovò in un risciò, con il quale cominciò ad offrire gratuitamente delle passeggiate in bicicletta agli anziani residenti nelle case di riposo della zona.

Molti anziani faticano a muoversi e per altri è difficile anche camminare. Da questo punto è nata l’idea di Ole che offre allegria, divertimento, il tempo per una buona convesazione e la cosa più importante, permette loro di tornare a sentirsi vivi.

Un sorriso è la migliore ricompensa che può ricevere un volontario. Si tratta di un ringraziamento sincero che riempie il cuore di energie positive.

Il progetto è stato ben accolto dai diretti interessati ed ha spopolato un po’ ovunque, poiché i piloti-volontari si possono iscrivere direttamente sul sito e offrire delle passeggiate in bici quando vogliono e possono.

Potrebbe interessarti Questo nonno ha costruito un trenino per portare a spasso i cani che ha salvato dalla strada

Cosa ne pensi di questa meravigliosa iniziativa? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano conoscerla. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se hai una storia da raccontare, scrivi a info@curiosandosimpara.com

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

1K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>