Un bambino ferma una partita di calcio per difendere l’arbitro donna dagli insulti maschilisti

Il giovane portiere di soli 11 anni ha visto come un’ingiustizia il modo in cui alcuni papà da bordo campo di rivolgevano alla donna.

State zitti e lasciate l’arbitro tranquillo una volta per tutte“, ha protestato Diego Pablo Hernández, dopo aver fermato la partita. “Non vedete che sta piangendo? Fermi, fermi!“, ha preteso il piccolo.

Diego Pablo è il portiere dell’Avilés Stadium, una squadra giovanile delle Asturie, una regione spagnola, ed oltre ad essere un vero e proprio eroe è anche un grande esempio da seguire.

Il piccolo non ci ha pensato un attimo ed ha preso le difese di Ana López, un arbitro di soli 19 anni, la quale stava ricevendo degli insulti maschilisti. Il bambino, dopo aver rimproverato la folla, si è avvicinato alla ragazza e le ha detto: “Lo stai facendo bene“.

Alla fine della partita, Ana ha ringraziato l’undicenne per il suo bel gesto. Diego Pablo ha affermato che: “Mi dispiaceva vederla piangere e mi sembrava che fossero ingiusti nei suoi confronti. Sono i genitori che devono imparare a trasmettere valori diversi“.

Ana ha detto: “È un’ingiustizia, non capisco cosa succede quando c’è di mezzo lo sport. Non so perché le persone si esprimono così davanti ai bambini. Non è la prima volta che sento una cosa del genere. Una volta dissero che il calcio è un gioco per uomini e che non avrei dovuto arbitrare la partita. Questo non deve accadere“.

 

 

 

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Cosa ne pensi del gesto di questo piccolo portiere dal cuore d’oro? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere la sua storia. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Potrebbe interessarti:
Back to top button