Dopo il carnevale, un bimbo di Arezzo travestito da squalo ripulisce le strade dai rifiuti

I bambini sono il nostro futuro e, fortunatamente, ogni giorno si sentono storie di piccoli eroi che sono in grado si stupirci sempre più. Proprio come quella di Filippo, di soli 8 anni, il quale, nonostante la sua giovane età, ha già capito quanto sia importante fare il possibile per mantenere pulito l’ambiente.

Il giovane cittadino di Rigutino, una frazione del comune di Arezzo, dopo aver festeggiato il carnevale insieme alla propria mamma Valentina ed ai suoi amici, si è reso conto che le strade erano molto sporche. Così, ha chiesto alla madre il perché.

La donna ha raccontato al Corriere di Arezzo che, non sapendo esattamente cosa rispondere, ha detto al figlio che una delle cause era la scarsità di cestini della spazzatura, mentre un’altra, purtroppo, era sicuramente la maleducazione delle persone. Tuttavia, Valentina ha anche detto a Filippo che non avrebbe dovuto preoccuparsi, poiché nel giro di poche ore gli operatori ecologici avrebbero provveduto a riportare le vie della frazione alla normalità.

Ma, a quanto pare, al piccolo squalo queste risposte non sono bastate, anzi, gli hanno fatto venire ancora più dubbi, poiché subito dopo ha chiesto alla propria madre: “E perché gli spazzini dovrebbero lavorare di più solo per colpa delle persone maleducate che buttano le cose a terra?“.

Chiaramente, a parole non esiste una risposta giusta per un quesito del genere, ma Filippo ha pensato che l’unico modo per dare una mano era quello di agire con i fatti. Così, ha iniziato a raccogliere diverse bombolette da terra ed ha riempito ben tre sacchetti dei coriandoli.

Infine, li ha consegnati alla propria madre dicendo: “Queste devono essere riciclate“.

È grazie a questi bambini che possiamo avere ancora qualche speranza per il futuro.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Non trovi che sia meraviglioso che esistano piccoli eroi come Filippo? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere la sua bella storia. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Back to top button