Senzatetto: Madrid ha trovato una soluzione e mette a disposizione un hotel e una pensione

Nessuno può negare che questa situazione stia portando tutti noi a fare dei grandi sacrifici, tuttavia, il fatto di rimanere in casa è una misura necessaria per riuscire a rallentare la diffusione del coronavirus. Non è per niente facile cambiare nel giro di pochissimo tempo le nostre abitudini, però dobbiamo cercare di stare tranquilli e pensare che abbiamo la fortuna di vivere in case dotate di ogni comfort.

Attualmente, in Italia, ci sono oltre 50 mila persone che non hanno un posto in cui poter stare al sicuro, poiché i dormitori sono accessibili solamente durante le ore notturne. Per questo motivo, oltre ai soliti disagi che si ritrova ad affrontare un senzatetto, ora c’è anche la paura di dover rimanere tutto il giorno per la strada nonostante i divieti.

Sono molti gli addetti ai lavori che stanno chiedendo al governo un decreto che permetta di tenere aperte queste strutture anche di giorno, ma la risposta tarda ad arrivare e, nel frattempo, queste persone si ritrovano ad essere sempre più sole.

Come ben sappiamo, non siamo l’unico paese europeo che sta affrontando questa crisi rimanendo a casa, perché anche in Spagna sono state adottate le stesse misure su tutto il territorio. Tuttavia, Madrid, che si trova nella comunità autonoma attualmente più colpita da questa emergenza, ha deciso di dedicare un intero albergo e una pensione ai senzatetto, di modo che possano anche loro fare la quarantena richiesta.

Come affermano dal governo spagnolo, i senzatetto appartengono ad una delle categorie più vulnerabili durante questa crisi sanitaria. Per questo, oltre a tutte le strutture già dispobili, sono stati aggiunti 110 posti in un hotel che si trova nel comune di Arganda, oltre a una pensione che dispone di ulteriori 70 posti.

Speriamo che anche in Italia si possano trovare al più presto delle soluzioni adeguate per tutte queste persone che non hanno la fortuna di avere un tetto sulla testa.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Cosa ne pensi di questa soluzione? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

2K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>