Tarra e Bella, un’elefantessa e una cagnolina ospiti in un santuario che sono state migliori amiche fino alla fine

Nel regno animale possono nascere le amicizie più strane e inaspettate, poiché queste meravigliose creature sanno stringere dei legami molto profondi anche con animali che sono completamente diversi da loro. Proprio come ci dimostra la storia di Tarra e Bella, la quale è sicuramente una tra le più belle e commoventi che esitono al mondo.

Facebook/The Elephant Sanctuary in Tennessee

Il The Elephant Sanctuary è un’organizzazione senza scopo di lucro che si trova in Tennessee, negli Stati Uniti, che dispone di circa mille ettari di terreno e che ospita elefanti che sono stati prelevati da circhi e da zoo, i quali possono muoversi liberamente all’interno di quest’area naturale. Di fatto, tutti gli elefanti vanno d’accordo tra loro, tuttavia, qualche tempo fa, un’elefantessa di nome Tarra era diventata la migliore amica di Bella, una cagnolina randagia che era stata adottata dalla struttura.

Facebook/The Elephant Sanctuary in Tennessee

In breve tempo le due erano diventate inseparabili al punto che facevano tutto insieme e mentre passeggiavano, giocavano, mangiavano, esploravano e dormivano l’una al fianco dell’altra regalavano dei momenti magici agli operatori del santuario. Però, un giorno, la piccola Bella si ferì e per questo dovette rimanere a riposo per circa tre settimane affinché le cure che le stavano somministrando potessero farle effetto.

Facebook/The Elephant Sanctuary in Tennessee

Tarra si rese subito conto che era accaduto qualcosa alla sua compagna di avventure e, per questo, triste e sconsolata, decise di aspettarla all’esterno dell’edificio in cui era ricoverata senza mai muoversi per tutto il tempo. Dopo tre lunghe settimane, l’elefantessa di 35 anni potè incontrare di nuovo la sua dolce e piccola amica e quando la vide la sua reazione fu talmente emozionante che tutte le persone presenti faticarono a trattenere le lacrime.

Non perderti il video con l’adorabile incontro:


Purtroppo, poco tempo dopo, la piccola Bella venne attaccata da un coyote e non riuscì a sopravvivere a causa delle ferite. Ma quando gli operatori del santuario trovarono il suo corpicino notarono che a terra non c’erano né tracce di sangue, né peli strappati, né i segni del combattimento, tuttavia, videro che Tarra era sporca di sangue e pensarono che fu proprio l’elefantessa a trovare per prima la propria cara amica ferita e che la trasportò in un altro luogo nel tentativo di salvarla.

Facebook/Forever Trunks

Dopo la triste vicenda, l’atteggiamento di Tarra è cambiato completamente e per via della tristezza è diventata molto più riservata e tranquilla. Purtroppo, dal santuario hanno detto di non poter far nulla per alleviare il suo dolore, tuttavia, dicono che gli elefanti si comportano come se appartenessero ad una famiglia molto grande e unita e che si sforzano al massimo per aiutarsi reciprocamente.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi della stupenda amicizia tra questi due animali tanto diversi tra loro? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Ti piacciono i nostri articoli e vuoi sostenerci per leggerne di più? Da ora puoi farlo tramite Patreon, potrai donare il costo simbolico di un caffè al mese.

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.