Non hai sicurezza in te stesso? Questa parabola sulla fiducia in se stessi potrebbe aiutarti

Una saggia parabola sulla fiducia in se stessi.

Tanto tempo fa c’era un anziano saggio che era amato da tutti perché, ogni volta che qualcuno ne aveva bisogno, l’uomo dispensava i suoi preziosi consigli. Un giorno, un triste ragazzo andò da lui per chiedere il suo aiuto e si presentò dicendo: “Gentile Maestro, sono venuto qui perché mi sento inutile e non ho le forze per fare niente. La gente mi dice che non valgo nulla, che sono un incapace, che sono imbranato, stupido e sciocco. Dimmi per favore, cosa posso fare per migliorare e per essere apprezzato dagli altri?

Il saggio, senza nemmeno distogliere lo sguardo da ciò che stava facendo, gli rispose: “Mi dispiace tanto ragazzo mio, ora non posso aiutarti perché devo risolvere un mio problema, magari più tardi…“, e dopo aver fatto una breve pausa continuò dicendo: “però, se tu fossi disposto ad aiutarmi potrei risolvere più in fretta questa situazione e a quel punto, forse, potrò fare qualcosa per te“.

Il giovane, dopo quella risposta, provò ancora più tristezza, perché le sue necessità erano state messe per l’ennesima volta in secondo piano, tuttavia, pensando di non aver nulla da perdere, balbettando gli disse: “Certamente Maestro, è un piacere poterti aiutare“.

Il Maestro, compiaciuto, esclamò: “Molto bene!“, dopodiché, si sfilò l’anello che indossava sul mignolo della mano destra e lo consegnò al ragazzo dicendo: “Ho bisogno di vendere questo anello perché devo ripagare un debito. Prendilo e recati al mercato con il mio cavallo, cerca di venderlo a qualcuno e di ottenere la maggior somma di denaro possibile, però, fai attenzione, non darlo a nessuno per meno di una moneta d’oro. Mi raccomando, fai in fretta“.

Il giovane, seguendo le indicazioni del saggio, si recò al mercato e iniziò a offrire il gioiello ai mercanti presenti, i quali, inizialmente, sembravano essere tutti piuttosto interessati.

Tuttavia, ogni volta che il ragazzo menzionava il prezzo dell’anello, o si mettevano a ridere, o se ne andavano; solo un anziano si prese la briga di spiegargli che una moneta d’oro aveva troppo valore per essere scambiata con quel semplice anello. Un uomo arrivò ad offrirgli una moneta d’argento ed una pentola di rame, ma non volendo disubbidire al suo Maestro, il ragazzo rifiutò la proposta e, addolorato, montò a cavallo per ritornare dal saggio.

Durante il tragitto non riusciva a smettere di pensare che se avesse avuto una moneta d’oro, avrebbe potuto risolvere il problema del Maestro che, libero dalle preoccupazioni, avrebbe potuto finalmente consigliarlo al meglio.

Una volta arrivato a casa del maestro, con il cuore in gola, disse: “Maestro, non sono riuscito a vendere la moneta per la cifra che volevi e mi dispiace tanto. Credo che il massimo che potrei ottenere sono due o tre monete d’argento, ma non di più. Non me la sento di ingannare qualcuno sul vero valore dell’anello“.

Dopo alcuni istanti, il Maestro rispose: “Quello che hai detto è molto importante caro ragazzo mio. È vero, prima di tutto dobbiamo conoscere il vero valore dell’anello e solo un professionista potrà dircelo. Prendi il cavallo e vai dal gioielliere. Chiedigli di valutare l’anello e quanto è disposto a darti in cambio. Però, tu non glielo vendere, mi raccomando, non importa quanto ti potrà offrire, ritorna qui con l’anello“.

Il giovane seguì nuovamente le indicazioni che gli erano state date e con il cavallo si recò dal gioielliere.

L’orafo esaminò con cura l’anello con una lente d’ingrandimento e, dopo averci pensato attentamente per qualche minuto, disse: “Giovanotto riferisci al tuo Maestro che se ha urgenza di venderlo non posso dargli più di 58 monete d’oro“.

Non credendo alle proprie orecchie, sbalordito, il giovane chiese: “58 MONETE D’ORO?

Esattamente, però se avessi un po’ più di tempo a disposizione potrei arrivare fino a 70 monete. Ma se deve venderlo subito non posso offrirgli niente di più“, rispose l’uomo.

Il ragazzo, emozionato, ritornò di corsa dal Maestro per raccontargli tutte quelle belle notizie.

Dopo aver ascoltato con attenzione le parole del giovane, il saggio gli disse: “Vedi caro amico, tu sei proprio come l’anello, una gioia, preziosa ed unica. Per questo, chi può permettersi di darti un valore può essere solamente un vero esperto. Ma devi sapere che non tutti riusciranno a scoprire il tuo vero valore“.

Non permettere mai che le parole di qualcuno possano farti perdere la fiducia in te stesso.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi dell’insegnamento dell’anziano saggio? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:

Non perderti:

Altri articoli