L’importanza di chiedere scusa ai tuoi figli quando ti sbagli

Chiedere scusa a qualcuno è un grande gesto di umiltà. Chiedere perdono significa saper riconoscere che, come ogni essere umano, ci sbagliamo, che non siamo infallibili e che abbiamo centinaia di difetti da correggere. Chiedere scusa ci rende persone migliori, ma per far sì che il cerchio dell’apprendimento si chiuda, bisogna anche dimostrare di saper correggere i nostri errori, altrimenti le parole se ne andranno via col vento.

Essere madri o padri cambia il modo di vedere la vita, forse questo accade perché prima di diventarlo non era mai capitato di essere così innamorati o coinvolti con qualcuno tanto innocente e indifeso come un bambino. Prima di diventarlo, non era mai capitato di sentire un forte senso di responsabilità nei confronti di qualcuno, tanto meno di una persona importante come può essere un figlio.

Solitamente, si tratta di una crescita emotiva che porta a maturare, ma anche a superare molte sfide quotidiane e, proprio per questo, anche i genitori, come tutti gli esseri umani, possono commettere errori, sgridando o giudicando male gli atteggiamenti dei loro figli. A volte succede, involontariamente, ma succede. Ecco perché è importante scusarsi quando ci si sbaglia. Farlo è indispensabile. Non si tratta di una formalità, ma di un gesto che aiuterà i bambini a stare meglio e ad avere più sicurezza, fiducia, empatia e determinazione, oltre a far capire loro l’importanza di saper perdonare.

Porre le proprie scuse è un grande passo in avanti, però solo se queste ultime sono sincere, poiché se si limitano ad essere solamente parole non valgono a nulla. Al contrario, saper riconoscere di aver sbagliato di fronte ai propri figli può mostrare loro che, se lo si desidera, è effettivamente possibile fare qualcosa per correggere gli errori commessi. Chiedere scusa è il primo passo da fare per riuscire ad imparare dai propri errori, poiché, anche se si sbaglia, ci sono le possibilità per migliorare e per agire in maniera diversa nel caso in cui, in futuro, ci si dovesse ritrovare nella medesima situazione.

Sapersi correggere è da saggi e per farlo è necessario imparare dagli errori commessi e saper modificare quell’atteggiamento che spinge ad agire nel modo inappropriato. Questo modo di comportarsi aiuterà a vedere gli errori come un insegnamento prezioso, sia per per i genitori che per i loro figli. Il rispetto e la coerenza sono dei valori importanti che un genitore può trasmettere quando è in grado di dire: “Mi sono sbagliato, cercherò di rimediare“, poiché si tratta di una diostrazione di rispetto nei confronti di un figlio, il quale si sentirà trattato con la giusta considerazione.

Chiedere scusa ai propri figli quando si commettono degli errori rende genitori consapevoli, responsabili e aperti al confronto e al miglioramento. Saper analizzare e riesaminare i propri errori è un modo per ammettere di non essere infallibili e per capire che non è mai troppo tardi per migliorare se stessi. Gli esperti affermano che molti genitori non hanno mai cercato di scusarsi con propri figli, tuttavia, si tratta di un’azione molto importante perché aiuta i genitori a riconoscere i propri figli come esseri umani indipendenti, i quali, come qualsiasi altra persona al mondo, meritano rispetto quando, per esempio, vengono giudicati o sgridati senza aver fatto nulla di male.

Oltre a questo, è fondamentale essere dei genitori coerenti, ovvero che praticano ciò che dicono, poiché è proprio così che è possibile dare un buon esempio da seguire.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Tu sai chiedere scusa ai tuoi figli quando ti sbagli? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button