Questo ragazzo non sa né leggere né scrivere, ma ha stupito tutti riuscendo ad entrare all’università con i voti migliori

La tenacia e la forza di volontà di questo ragazzo dovrebbero essere d’esempio per chiunque tende ad arrendersi di fronte ai primi ostacoli, rinunciando così ai propri obiettivi ed ai propri sogni.

Oliver Chadwick è un ragazzo di 18 anni che vive insieme alla propria famiglia nella città di Bath, in Inghilterra, al quale, alcuni anni fa, venne diagnosticata una dislessia molto grave, ma, nonostante questo, il giovane non si è mai arreso e, di recente, è riuscito a superare gli esami di ammissione all’università ottenendo i voti migliori.

Durante un’intervista, Sophie, la mamma di Oliver ha raccontato che: “Quando iniziò ad andare a scuola, a tavola, ogni sera, gli chiedevamo cosa avesse mangiato a pranzo e lui rispondeva sempre patate e fagioli. Al principio pensavamo che mangiasse sempre lo stesso piatto perché credevamo che gli piacesse molto, ma in realtà lo prendeva perché non riusciva a leggere il menù e sapeva che quella pietanza era dispobibile ogni giorno“.

Tuttavia, la donna in quel momento non pensava che il proprio figlio potesse avere dei problemi, ma, con il passare del tempo, iniziarono ad essere sempre più evidenti le sue difficioltà nell’apprendimento.

Sophie ha detto: “Sapevo che c’era qualcosa che non andava, ma continuavano a dirmi che, spesso, i maschietti apprendono più lentamente delle femminucce. Nonostante questo, era evidente che non fosse al passo con gli altri bambini, perché se un suo compagno di classe impiegava un’ora per fare i compiti, Oliver avrebbe potuto impiegarne anche più di 20“.

In seguito, quando finalmente riuscirono a diagnosticargli la dislessia, Sophie fece di tutto per poterlo aiutare il più possibile. Il piccolo Oliver iniziò fin da subito a frequentare per due ore alla settimana delle lezioni presso un apposito centro, dove si esercitava nella lettura e nella scrittura e, oltre a questo, sua madre aveva chiesto di dimezzare il proprio orario di lavoro per poterlo seguire a casa.

Nonostante gli sforzi, le cose non sembravano affatto migliorare e dopo qualche tempo dissero a Sophie che, non avendo visto alcun progresso, era inutile che il figlio continuasse a seguire le lezioni. Ma la donna non volle arrendersi e fece visitare il bimbo da altri due esperti, i quali le dissero che era la persona con la forma di dislessia più grave che avessero mai visto.

Così, dopo sei anni, la donna quasi rassegnata decise di non mandare più il proprio figlio nel centro per dislessici, ma, al contrario, Oliver non sembrava essere intenzionato ad arrendersi e, contro ogni previsione, è sempre riuscito a rimanere al passo con i suoi compagni di classe. Senza poter leggere né scrivere, il ragazzo ha superato le scuole superiori ascoltando con attenzione le lezioni e sostenendo oralmente gli esami.

thebathandwiltshireparent.co.uk

Oliver ha confessato che: “Fino al sesto anno non ho notato alcuna differenza con i miei compagni. Comunque non mi sono mai sentito stupido, sapevo solo che per me leggere era un qualcosa di impossibile e per questo non aveva alcun senso arrabbiarsi“.

Concentrandosi sui suoi punti di forza, questo giovane è stato l’unico a credere che sarebbe riuscito ad essere ammesso all’università e così è stato. Oliver ha superato a pieni voti gli esami di ammissione ed ora questo ragazzo volenteroso si sta preparando per andare all’Università di Bristol, dove studierà con l’aiuto di un mentore per ottenere una laurea in ingegneria matematica.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi della forza di volontà di Oliver? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA