Un cane guida incontra Pluto a Disneyland e la sua reazione è adorabile

I parchi Disney sono dei luoghi “magici” che sono in grado di far emozionare sia i grandi che i bambini, perché chiunque, dal primo momento in cui entra, viene trasportato in un mondo fatato, pieno di personaggi meravigliosi che danno vita al vero incanto.

Tuttavia, non solo noi umani rimaniamo estasiati da tutta questa bellezza, perché, a quanto pare, anche i cagnolini sanno apprezzare l’aria di gioia e allegria che si respira in questi stupendi spazi.

Facebook/Sandy Steinblums

Qualche tempo fa, Ace, un adorabile labrador giallo, stava iniziando il proprio percorso per diventare un cane guida per ciechi per l’associazione Guide Dogs of America e, per questo, Sandy Steinblums, la sua addestratrice, decise di portarlo a visitare Disneyland con lo scopo di sperimentare il suo livello di socializzazione.

Mentre si trovavano nel parco, oltre ad incontrare un sacco di persone, il piccolo Ace ha avuto anche la possibilità di conoscere uno dei personaggi più famosi dei fumetti Disney, ovvero il simpatico Pluto.

YouTube/Inside Edition

Tra i due è stato subito amore a prima vista e quando il cucciolotto si è ritrovato davanti all’enorme cagnolone di “pezza”, la sua reazione è stata dolcissima, perché come si può vedere nel video, si accuccia a terra di fronte lui e cerca di avvicinare il più possibile il proprio musetto al grosso naso di Pluto.

Sandy afferma che l’interazione con Pluto è stata fondamentale per permetterle di capire se Ace potesse essere in grado di mantenere la calma anche nelle situazioni più stimolanti e divertenti, nonostante al tempo gli mancassero ancora nove mesi di addestramento per poter diventare un cane guida a tutti gli effetti.

Di seguito l’adorabile video:

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Non lo trovi adorabile? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Back to top button