Abbandonato da piccolo e per le strade all’età di 5 anni, vende caramelle e bevande, finché un giorno decide di cantare di fronte al pubblico e lascia tutti senza parole

Il protagonista di oggi è un ragazzo fuori dal comune. Il suo nome è Choi Sung- bong ed è un ragazzo sudcoreano di 27 anni con un passato veramente durissimo.

Choi Sung-bong: orfano da sempre

Egli venne lasciato in orfanotrofio all’età di 3 anni e cominciò a vivere da solo per le strade all’età di 5 anni. L’unico modo che aveva per procurarsi il cibo necessario per sopravvivere era quello di impegnarsi a fare il venditore ambulante vendendo caramelle e bevande energetiche. Egli viveva alla giornata non sapendo se il giorno dopo ce l’avrebbe fatta mai fatta a mettere da parte quei pochi spiccioli necessari per il sostentamento.

Non avendo mai avuto un posto sicuro dove andare a dormire era costretto (ogni giorno) a cercarsi la migliore sistemazione possibile; più e più volte è stato costretto addirittura a dormire sulle scale o addirittura all’interno dei bagni pubblici. Egli ha fatto questa vita per circa 10 anni fino a quando non ha avuto l’età (legale) per poter lavorare come operaio. Inutile dire che non ha mai potuto frequentare la scuola, ciononostante con la sua tenacia è riuscito a far combaciare il suo lavoro con lo studio riuscendo a prendere una certificazione scolastica valevole per le elementari e per le scuole medie.

Una vita di stenti

Choi Sung-bong ha sempre affermato di non sentirsi una persona comune: la sua vita fatta più di bassi che di alti l’ha costretto ad una vita di stenti; tutto ciò ha scatenato nella mente di Choi il costante pensiero che lui fosse “inferiore” agli altri; eppure un sogno lo coltivava anche lui, ovvero quello di cantare; in una intervista dichiarò che quando cantava lui si sentiva un’altra persona.

4 giugno 2011: il giorno del riscatto

C’era solo un modo per riscattarsi: era arrivato il momento per Choi Sung-bong di cantare davanti ad un pubblico, l’obbiettivo scelto fu il noto programma Korea’s Got Talent. Quando arrivò il suo turno il povero ragazzo fu messo alle strette dalle domande che i giudici gli facevano (domande su chi era e che cosa faceva), quest’ultimi non potevano mai sapere che dietro a quel viso si potesse nascondere così tanta malinconia; ciononostante i giudici non potevano (nemmeno) immaginarsi che Choi Sung-bong potesse avere una voce così pazzesca. Se volete ascoltare la sua performance vi consigliamo di guardare questo video

 

Cosa è successo dopo?

Questa esibizione fu valutata come ottima è Choi Sung-bong passò le fasi eliminatorie agevolmente fino ad arrivare alla finalissima dove arrivò secondo (perdendo per pochissimi punti contro il primo). Il cittadino sudcoreano riprese gli studi e si diplomò; adesso sta frequentando l’università (per la precisione il Department of Cultural Art Management at Kyung-Hee Cyber University). Riguardo al canto Choi Sung è riuscito a fare passi da gigante e successivamente firmò un contratto con la Sony Music Entertaiment.

La storia di Choi Sung Bong ha davvero dell’incredibile, la sua tenacia e il suo spirito combattivo gli hanno permesso di diventare ciò che è ora: un fenomeno.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo e non dimenticare di supportarci mettendo un Like alla pagina Curiosando si impara.

Condivisioni 33

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *