Questi bambini si sono salvati da un sequestro grazie ad un trucco insegnato dalla propria mamma

Una delle paure più grandi che qualsiasi genitore può provare è che i propri figli possano essere rapiti o possano sparire senza lasciare alcuna traccia. Jodie Norton, madre di 4 bambini, per poco non ha visto il suo incubo diventare realtà, quando delle persone hanno cercato di rapire i suoi bambini; però, grazie ad un trucco che gli ha insegnato si sono potuti salvare.

Una mattina, mentre si stava facendo una doccia, la donna ha avvertito un forte dolore all’ovaio sinistro che l’ha obbligata ad andare all’ospedale insieme ai suoi quattro figli. Da lì, ha chiamato una vicina di casa per chiederle se poteva passare a prendere i bambini più grandi per portarli a scuola e lei ha accettato.

Un post condiviso da Jodie Norton (@timewellspent.today) in data:

I due ragazzini, di otto e dieci anni, hanno salutato la madre e sono scesi nella sala d’attesa dell’ospedale per aspettare la vicina che sarebbe arrivata entro pochi minuti. Però, quel pomeriggio, quando Jodie ha rivisto i propri figli a casa, ha scoperto qualcosa di terribile. Jodie aveva pensato che la vicina sarebbe arrivata nel giro di 5 minuti, ma in realtà si trovava a 40 minuti di distanza dall’ospedale. Jodie lo ha descritto così:

“In questi 40 minuti i miei due figli hanno avuto un’esperienza con degli sconosciuti pervertiti e sgradevoli. Io li ho sempre messi in guardia su persone di questo tipo. Mentre stavano aspettando seduti, si sono avvicinati una donna adulta e due uomini che hanno chiesto loro se potevano aiutarli. Chiedevano ai bambini di andare al bagno insieme a loro, dove si trovava il fidanzato della donna che si stava nascondendo dal medico, volevano l’aiuto dei bambini per convincerlo ad uscire dal bagno per ricevere le cure di cui aveva bisogno.

CJ, il bambino più grande, aveva risposto: ‘No, grazie!’, ma loro hanno continuato ad insistere dicendogli: ‘Per favore! Sul serio potreste salvargli la vita, dovete solo entrare in bagno e parlare con lui’.

Cj ha raccontato di aver risposto ad ogni domanda ‘No, grazie!’, fino a che gli adulti non si sono arresi. Poco dopo è arrivata la vicina ed i miei figli sono saliti in macchina con lei, però prima di andarsene hanno potuto vedere un terzo uomo uscire dal bagno, il quale se n’è andato con gli adulti che hanno parlato con loro.

La rabbia e lo spavento che stavo provando in quel momento, si sono trasformati in un’immensa gratitudine quando ho sentito CJ ripetere la regola di sicurezza che adottiamo in famiglia. Questa stessa regola ha aiutato loro a capire che quegli sconosciuti non erano affidabili, inoltre si è rivelato un ottimo trucco per identificare una ‘persona strana’.

CJ: ‘Mamma, sapevo che erano strani perché ci hanno chiesto aiuto, gli adulti non chiedono mai aiuto ai bambini’.”

Un post condiviso da Jodie Norton (@timewellspent.today) in data:

Oltre ad insegnare ai suoi figli a non parlare con gli sconosciuti, Jodie ha spiegato loro un semplice metodo che permette di riconoscere le persone “cattive”: gli adulti sconosciuti non chiedono mai aiuto ai bambini. Questo è stato il consiglio che ha dato ai propri piccoli.

È molto importante insegnare ai nostri bambini come evitare le situazioni di pericolo e come saperle riconoscere. Senza dubbio questa informazione è molto utile. Condividila con i tuoi familiari e con i tuoi amici per aiutarli a proteggere i propri piccoli.

Cosa ne pensi del consiglio di questa mamma? Lasciaci un commento e non dimenticare di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button