6 consigli per riuscire a chiudere un ciclo ed andare avanti secondo la psicologia

Tutto nella vita è ciclico. Le cose, inesorabilmente, iniziano e finiscono, le persone arrivano in questa vita e se ne vanno. Si tratta della legge delle cose e della vita in generale.

Un ciclo è una raccolta di momenti vissuti, impregnati di sentimenti più o meno piacevoli ai quali ci aggrappiamo. In realtà, i cicli della nostra vita sono interconnessi tra loro e mentre uno si sta chiudendo, un’altro si sta aprendo.

Il problema sorge quando la nostra mente rimane intrappolata nei cicli passati ai quali già non apparteniamo più. Con questo atteggiamento impediamo a noi stessi di iniziare a vivere la nuova tappa e rimaniamo in una fase di stallo, senza darci la possibilità di avanzare.

Gli psicologi hanno trovato alcuni modi per imparare a chiudere i cicli e per permetterci di andare avanti. Queste sono le 6 chiavi fondamentali per riuscirci.

1# Capire che dimenticare non è lo stesso di evitare

A volte, commettiamo l’errore di non voler pensare alle cose del nostro passato che ci fanno male. Cerchiamo tutti i mezzi per evadere dai pensieri che ci ricordano ciò che abbiamo perso.

Però, di fatto, questa è una delle peggiori cose che possiamo fare. Per poter chiudere un ciclo è necessario ricordare, perché evitando ciò che ci fa male, non otterremo altro che ritrovarcelo più avanti nel tempo.

Inoltre, è impossibile dimenticare completamente: però si può ricordare senza dolore. Ricordare le cose buone e ringraziare per averle vissute. Dimenticare le cose brutte e imparare da esse.

2# Dire addio alla colpa

Se ci si ritrova ad affrontare la fine di un ciclo, ma non si è ancora pronti perché questo avvenga, è normale sentirsi invasi da un sentimento di colpa.

Non serve a niente continuare a pensare che le cose sarebbero andate diversamente se avessi fatto questo piuttosto che quello, o avere la convinzione di non aver fatto abbastanza.

Non bisogna mai dimenticare che in questi momenti il “se avessi” non esiste. Abbiamo fatto del nostro meglio e se le cose non sono andate come speravamo è perché, probabilmente, dovevano andare così.

Tormentarci sul cosa avremmo potuto fare, non fa altro che limitare la nostra autostima. Dobbiamo imparare ad amarci e ad accettare le nostre decisioni senza sensi di colpa.

3# Perdonare

Può sembrare facile, però non lo è, soprattutto perché ci aspettiamo sempre una mossa da parte dell’altra persona prima di poterla perdonare.

L’importante è riuscire a capire che la decisione di perdonare è personale e che portare rancore fa male solo a noi stessi ed a nessun’altro.

Per questo, se qualcuno ti ha ferito e non dimostra in nessun modo di aver bisogno del tuo perdono, tu devi concederglielo ugualmente. Solo così potrai lascarti alle spalle ciò che ti fa male, perché il rancore pesa dentro di noi e ci impedisce di andare avanti.

4# Smettere di cercare una spiegazione

A volte, le cose succedono semplicemente perché devono succedere, non c’è una spiegazione e non c’è nemmeno alcuna risposta logica che le possa giustificare.

La maggior parte delle cose che ci succedono sono fuori dalla nostra portata e non hanno niente a che fare con qualcosa in particolare. Le cose non sempre sono “causa-effetto”.

Per questo motivo, esistono alcuni momenti in cui bisogna arrendersi. Bisogna smettere di cercare spiegazioni dove non ce ne sono, perché si tratta di un’attività estenuante e frustrante. Semplicemente, si devono accettare le cose che succedono ed accettare il fatto che non dobbiamo per forza dare loro una spiegazione, bisogna solo lascarle andare.

5# Accettare

In relazione a tutto ciò che è stato detto in precedenza, la cosa più importante è accettare il fatto che non possiamo avere tutto sotto controllo. Accettare il fatto che possono accadere delle cose anche se non le desideriamo e che non possiamo farci nulla. Siamo umani e, come tali, abbiamo dei limiti.

Però, come già accennato, i cicli della vita non sono definitivi: si sovrappongono e si collegano. Accettare il fatto che qualcosa di diverso può arrivare nella nostra vita e pensare che potrà essere ugualemente bello o addirittura migliore, ci aiuterà ad andare avanti.

6# Pensare che la vita sia come un viaggio in treno

Un buon modo per lasciare andare le cose, è pensare che la vita sia come un lungo viaggio in treno. Ogni fermata è un ciclo della nostra vita, ma immancabilmente, il treno procederà sul suo percorso fino alla prossima stazione.

Lungo il cammino potranno esserci delle persone che viaggeranno sul nostro stesso treno. Alcune rimarranno fino alla fine del viaggio, altre invece scenderanno alla prossima stazione, ma questo non ci dovrà preoccupare perchè ne saliranno delle altre.

Il nostro destino è alla fine di questo viaggio e bisogna avere la certezza che ci sarà sempre qualcosa di meglio ad aspettarci lungo il percorso.

Cosa ne pensi di questi consigli? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere queste informazioni con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

4K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>