Sente delle grida provenire dalla casa abbandonata e sfonda la porta. Ma ritrova la figlia scomparsa piena di sangue

Farsi giustizia da soli non è mai consigliato, ma se qualcuno che amiamo si trova in pericolo può essere impossibile non farlo.

Bethany Arceneaux, una mamma single di 29 anni, era scomparsa da tre giorni quando la propria famiglia si stancò del fatto che la polizia non stava facendo nulla per ritrovarla. Grazie ad un testimone, la famiglia venne a sapere che Bethany era stata sequestrata dal suo ex fidanzato. Però non avevano la minima idea di dove potessero trovarsi. Quello che sapevano per certo era che stavano lottando contro il tempo, perché l’ex fidanzato, in passato, era stato più volte violento nei confronti della ragazza.

Il testimone, un amico di famiglia, vide Bethany ed il figlio di due anni in un parcheggio insieme all’ex fidanzato, nonché padre del piccolo, e cominciò a suonare il clacson. Mentre l’amico si avvicinava alla macchina, Bethany gli urlava di prendere il bambino e, per fortuna, ci riuscì, ma la donna venne trascinata sull’auto dal proprio rapitore ed in pochi istanti li perse di vista.

I fatti vennero denunciati, ma secondo la famiglia la polizia stava agendo troppo lentamente e, per questo, decisero di fare qualcosa per proprio conto.

Stavano valutando varie ipotesi, ma alla fine una delle piste li portò in una casa abbandonata non troppo lontano da dove avevano visto l’ultima volta l’auto del rapitore. Sei membri della famiglia, insieme ad alcuni vicini di casa ed amici, si sono diretti verso la casa e quando si sono avvicinati hanno subito sentito le grida della giovane.

I fratelli di Bethany sfondarono la porta a calci, ma quello che videro dentro la casa era molto peggio di quello che avrebbero potuto immaginare.

CNN

Di fronte ai fratelli, l’ex fidanzato stava accoltellando la ragazza con tutta la forza che aveva in corpo. Bethany era ricoperta di sangue e gridava terrorizzata, era sul punto di morire. Senza pensarci due volte, uno dei membri della famiglia ha estratto una pistola che aveva portato per difendersi ed ha sparato all’uomo.

CNN

Bethany era gravemente ferita però è riuscita a sopravvivere. Secondo quanto riportato dalla CNN nessuno dei membri della famiglia è stato accusato, in quanto hanno agito per legittima difesa.

Si tratta di una storia molto, molto triste. Ma la cosa più importante è che Bethany sia sopravvissuta e che possa continuare a stare vicino al proprio piccolo.

L’amore di una famiglia non ha limiti. Cosa ne pensi? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere questa storia con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.