Sente le urla disperate di una donna provenire dalla riva del fiume, capisce il motivo e compie un atto eroico

Molto spesso, siamo abituati ad associare il concetto di eroe ad una vasta gamma di personaggi immaginari di cui abbiamo ampia traccia nella letteratura e nella cinematografia.

In realtà, i veri eroi sono quelli che, nel corso della vita quotidiana, non temono il pericolo quando c’è da far valere il proprio altruismo.

Quelli che per salvare un’altra vita non hanno paura di mettere a repentaglio la propria.

Sono storie di uomini “normali” che, nel corso della loro quotidianità, hanno fatto qualcosa che non era scontato e che gli varrà la gratitudine eterna di altri.

Arnaud Attinetti, ad esempio, è un muratore ventiseienne che vive in Francia. Stava vivendo una normalissima giornata di lavoro sulle rive del fiume Lot.

Ad un certo punto, però, alle sue orecchie sono arrivate grida disperate. Si avvertiva nitidamente che erano di una donna che si trovava a pochi metri dalla casa in cui stava lavorando.

“Sono corso subito da lei e mi sono bastati pochi istanti per capire cosa fosse successo” ha dichiarato Arnauld.

Era una madre disperata perchè il passeggino con dentro il suo bambino di sette mesi era finito in acqua.

La reazione del ragazzo è stata istintiva: gettarsi in acqua senza curarsi del fatto che le correnti e la temperatura di gennaio avrebbero potuto metterlo seriamente in difficoltà.

“Non ci ho pensato neanche un attimo” ha dichiarato il giovane e l’impresa era tutt’altro che semplice perchè il passeggino si era già allontanato tantissimo dal punto in cui si trovavano. Da un momento all’altro il bambino avrebbe potuto annegare.

La sua è stata una prova incredibile di velocità nel raggiungerlo. Una volta afferrato il piccolo, la cosa più difficile però era diventata uscire dall’acqua con le forze ormai azzerate e le correnti impetuose che gli complicavano maledettamente la vita. Con l’ausilio della radice di un albero, però, l’impresa è riuscita. Una volta usciti dall’acqua sono stati prestati i primi soccorsi al piccolo, anche grazie al rapido arrivo dei soccorritori.

Arnaud ha ricevuto una medaglia al valore per l’atto eroico che ha consentito al bambino di essere ancora in vita.

Questa non è che un’altra storia che, ancora volta, è in grado di raccontare quanto l’uomo possa rendersi protagonista di gesti che commuono per il loro valore e permettono di riscoprire il concetto di “eroe vero“.

Quest’uomo ha messo a repentaglio la propria vita per salvare quella di qualcun altro, si tratta di un vero e proprio eroe, non credi? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere questa bella storia a lieto fine con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Condivisioni 24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *