Diabete: i nove sintomi da non sottovalutare per una diagnosi tempestiva

Il diabete è una delle patologie che, nel nostro tempo, riscuote maggior interesse.

La comunità medica pone spesso la sua lente di ingrandimento su un argomento che merita grande attenzione.

Si tratta di una condizione patologica con cui si convive tranquillamente, ma che va diagnosticata e curata in tempo per evitare spiacevoli complicazioni.

Diversi siti specializzati tra cui farmacoecura.it e pazienti.it si preoccupano di enunciare quelli che potrebbero i segnali d’allarme.

Ecco nove sintomi primari che non vanno sottovalutati e che potrebbero essere lo stimolo per un approfondimento medico più specialistico:

1# Avere molta sete e necessità di urinare spesso. Si tratta di due disturbi connessi: il diabete altera la funzionalità dei reni che non sono più in grado di assorbire lo zucchero in eccesso, questo si riversa nelle urine e stimola la costante necessità di andare in bagno per espellere i liquidi. Conseguentemente a ciò, per bilanciare questa costante perdita di liquidi  si ha molta sete. Mediamente una persona in salute urina sei/sette volte al giorno, ma tra le quattro e le dieci si tratta sempre di dati fisiologici. Farlo più o meno spesso deve portare ad avvertire il medico.

2# Fame eccessiva. Se il corpo non produce abbastanza insulina, oppure non la gestisce al meglio, non si riesce ad aver produzione di glucosio per le cellule. Avere tanta fame anche subito dopo aver mangiato può essere un segnale d’allarme importante.

3# Sentirsi costantemente affaticati. I diabetici si sentono stanchi e hanno una naturale predisposizione alla sonnolenza. Le cellule non hanno glucosio da cui trarre energia e la disidratazione determinata dalle minzioni frequenti fa il resto.

4# Incapacità di mettere a fuoco con gli occhi. Il fatto che si vedano in maniera sfocata gli oggetti fissati potrebbe dipendere da un alterato livello degli zuccheri nel sangue. Soprattutto se non si è fatto nulla che sia stato fonte di fatica per la vista e se si tratta di un fatto transitorio. Si, perchè capiterà che il problema si risolva nel momento in cui i livelli di glicemia torneranno in modo naturale, o indotti dai farmaci, nella norma.

5# Perdita di peso inaspettata. Dimagrire senza rispettare un regime dietetico ipocalorico potrebbe dipendere dal fatto che le cellule non potendo contare sullo zucchero, preferiscono avvalersi delle riserve di grasso o muscolari per ottenere l’energia. E la disidratazione, ovviamente, comporta un’ulteriore sottrazione al dato complessivo.

6# Prurito alla pelle determinato dall’alterato equilibrio dei fluidi presenti nel corpo umano.

7# Quando un taglio o una ferita impiegano molto a cicatrizzarsi a causa della scarsa circolazione, soprattutto nella zona dei piedi.

8# Macchie scure con trama quasi vellutata sulla pelle, generalmente nella zona del collo, delle ascelle, nell’inguine, sopra il gomito, dietro le ginocchia e sulle nocche delle dita.

9# Dolore, intorpidimento e formicolio alle mani ai piedi. Anche questo aspetto è legato all’alterata circolazione sanguigna che genera un malfunzionamento dei nervi.

Si tratta, naturalmente, di linee guida che possono invogliare ciascuno a consultare il proprio medico.  Nessun sintomo tra quelli descritti, soprattutto se ne mancano la maggior parte degli altri, prefigura necessariamente la presenza di una situazione patologica.

La raccomandazione è sempre quella di evitare la “medicina fai da te” o, come si dice in gergo, di affidarsi al “Dottor Google” per elaborare diagnosi senza averne le competenze.

Sapevi che il diabete può portare questi sintomi? Lascaci un commento e non dimenticare di condividere queste importanti informazioni con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

274 Condivisioni

Cosa ne pensi?


<
>