Come è la mente di un maltrattatore psicologico e cosa lo può portare ad essere così? Le 10 caratteristiche più comuni

Sfortunatamente, l’abuso è un fenomeno che può verificarsi nelle relazioni personali, che siano di coppia, familiari, tra compagni di scuola (bulliyng), o di lavoro (mobbing).

Un modo molto comune per maltrattare qualcuno è sicuramente attraverso l’abuso emotivo, il quale a differenza di quello fisico è molto meno visibile agli occhi della gente. Di seguito puoi trovare le caratteristiche più comuni di un maltrattatore psicologico.

L’abuso psicologico provoca seri problemi mentali alla vittima

L’abuso psicologico a volte può essere molto silenzioso, tuttavia, è devastante per la persona che lo subisce. La bassa autostima potrebbe essere una delle cause o una delle conseguenze dell’abuso emotivo, inoltre, la vittima tende a soffrire di problemi molto seri come per esempio un forte stress, ansia, depressione ed addirittura il proprio malessere potrebbe portare a delle dipendenze.

Ma come sono effettivamente le persone che abusano? Che caratteristiche hanno?

1# Sono intolleranti

Sono persone intolleranti che, solitamente, non rispettano le opinioni, le abitudini o i comportamenti degli altri. Sono pieni di pregiudizi. Ciò li induce a reagire in modo aggressivo, risentito e poco educato, in quanto credono che non esista alcun motivo che possa impedire che la propria volontà prevalga. Tendono ad essere sessisti.

2# All’inizio sono adorabili

Di fatto, all’inizio della relazione queste persone non si mostrano intolleranti, bensì durante le fasi iniziali si mostrano come persone realmente adorabili. Sanno come comportarsi ed il loro vero “io” può tardare un po’ ad apparire. Man mano cresce la confidenza con l’altra persona, mostrano sempre più il loro comportamento distruttivo.

3# Sono autoritari

I maltrattatori sono autoritari perché si caratterizzano per possedere tratti antidemocratici ed intransigenti. Somo amanti dell’ordine, però solamente da un punto di vista soggettivo, ovvero in base al proprio criterio personale. Non importa se hanno ragione o meno, perché se non si sta alle loro regole si arrabbiano.

4# Sono psicologicamente rigidi

Questi individui hanno un pensiero rigido e perseguono una sola verità, la propria. Non sono persone che amano il dialogo e che cercano consigli, piuttosto, hanno il timore di cedere alle opinioni degli altri perché pensano che la ragione sia solamente dalla loro parte. Tutto ciò che non segue il loro pensiero è sbagliato e garantiscono che l’unica verità esistente sia la loro.

Dall’altra parte, queste persone solitamente condividono il pensiero di categorie relativamente rigide e ristrette, per questo empatizzano poco con gli altri, anche quando ci sono dei reali motivi per farlo.

5# Presentano un pensiero dicotomico

Essendo delle persone psicologicamente rigide, per loro o va tutto bene o va tutto male. Non ci sono vie di mezzo. In altre parole, o tutto è bianco o tutto è nero. Questo accade perché, in generale, i maltrattatori crescono in famiglie che li trattano proprio in questo modo.

danscandal / 123RF Archivio Fotografico

6# Sono ricattatori

Questi tipi di persone si comportano sempre in base ai propri interessi e colpevolizzano, disturbano o provocano paura alla vittima del ricatto. Solitamente, fanno in modo che la vittima si senta colpevole per delle cose che non ha nemmeno fatto, o per delle cose che ha fatto ma che non necessariamente sono sbagliate.

7# Non sanno cosa sia l’autocritica

Siccome sono persone psicologicamente rigide e credono che esista una sola verità, non sanno come affrontare le critiche. Questo succede perché qualsiasi critica viene percepita come un attacco alla propria identità ed al proprio modo di interpretare la realtà, non considerano nemmeno la possibilità che possa essere un contributo costruttivo.

Le vittime dei loro abusi pagano per la mancanza delle loro abilità sociali e per la loro sensazione di fallimento, trasformandosi in veri e propri capri espiatori. Inoltre, gli autori di abusi psicologici non sanno cosa sia l’autocritica, o per lo meno non in modo sistematico, a meno che non si imbattano in un’esperienza che li obbliga a cambiare radicalmente il proprio modo di vedere le cose.

8# Criticano

Nonostante non posseggano il dono dell’autocritica, riescono a criticare gli altri con grande facilità. Cercano i difetti nelle persone e le schiacciano emotivamente approfittando delle loro debolezze; inoltre, sono anche in grado di inventare dei difetti per fare in modo che la vittima si senta ancora più male. Non si tratta affatto di critiche costruttive, di fatto, sono vere e proprie azioni atte a far stare male qualcuno, per godere della sofferenza degli altri, o per riuscire a sottometterli.

9# Cambiano umore in un secondo

Gli sbalzi d’umore sono frequenti in questo tipo di persone, passano dall’essere allegri alla rabbia ed all’ira in pochissimi secondi. Pertanto, possono vivere due estremi, dall’essere adorabili a diventare persone orribili.

10# Si offendono facilmente

Questi sbalzi d’umore, molte volte, di devono alla loro ipersensibilità, in quanto solitamente si offendono con molta facilità. Già abbiamo accennato al fatto che se un qualcosa non è come dicono loro, allora non può andare bene.

Conosci altre caratteristiche che accomunano i maltrattatori psicologici? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere queste informazioni con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

 

Back to top button