Una bimba con la Sindrome di Down interrompe Papa Francesco. La sua reazione vale milioni

Dicono che la fede riesca a muovere le montagne, ma soprattutto ciò che può smuovere sono i cuori delle persone.

Al di là di quale possa essere la religione di ognuno di noi, un gesto di dolcezza trascende ogni tipo di credo, in quanto può far vibrare quell’essenza che ogni essere umano ha dentro di sé.

Papa Francesco è la più alta autorità della religione cattolica nel mondo e, probabilmente, passerà alla storia per quei gesti di gentilezza spontanei che lo avvicinano ai suoi fedeli come solo pochi pontefici sono riusciti a fare in precedenza.

Di recente, il Papa è stato protagonista di una scena dolcissima.

Papa Francesco, nato in Argentina, ha ricevuto in udienza le delegazioni dell’Unified Football Tournament delle Special Olympics che si sono tenute a Roma nell’ottobre scorso. Si tratta di un torneo internazionale di calcio a 5 unificato, con squadre composte da 9 giocatori, 5 dei quali con disabilità intellettive e 4 senza disabilità. In questa edizione hanno partecipato squadre provenienti da 9 paesi europei, tra cui l’Italia presente con ben 4 team.

https://www.facebook.com/Special.Olympics.Italia/photos/pcb.10155740569168610/10155740569058610/?type=3&theater

Durante l’udienza, la piccola Gemma di soli 5 anni, nonché la più giovane atleta Special Olympics del programma Young Athletes, ha avuto l’importante compito di donare a Papa Francesco in persona un paio di scarpe rosse. Le scarpe sono il simbolo di un cammino da percorrere insieme verso un mondo migliore, un mondo in cui il rispetto per il prossimo sia alla base di tutto e nel quale le differenze ormai non spaventano più nessuno.

https://www.facebook.com/Special.Olympics.Italia/photos/pcb.10155740569168610/10155740568958610/?type=3&theater

Dopo la consegna del regalo, la bimba non ci ha pensato due volte ed è andata ad accomodarsi direttamente alla destra del Papa, sulla sedia del Vescovo. Nonostante i genitori cercassero di richiamarla, la sua risposta era sempre un cenno di no con la testa esclamando ogni volta la parola “Papa”, attirando così l’attenzione del Pontefice che non ha potuto fare a meno di rimanere affascinato da tanta tenerezza.

https://www.facebook.com/Special.Olympics.Italia/photos/pcb.10155740569168610/10155740568663610/?type=3&theater

Poi, durante il proprio discorso, il Papa ha preso la mano di Gemma e l’immagine è talmente dolce che ha fatto ben presto il giro del mondo.

https://www.facebook.com/uCatholic/photos/a.917996871551035.1073741826.123119221038808/2035681073115937/?type=3&theater

Special Olimpycs è un’organizzazione sportiva internazionale che è presente in 169 paesi in tutto il mondo e che oganizza i Giochi Olimpici Speciali. Attualmente conta circa 4,7 milioni di atleti in totale e solo nel nostro paese ce ne sono 16 mila che vengono supportati da 10 mila volontari. La loro missione è quella di dare a tutti i ragazzi con disabilità mentali la possibilità di avvicinarsi allo sport, di modo che possano migliorare il proprio benessere fisico, sperimentare la gioia di far parte di un team e vivere nuove esperienze insieme ai propri compagni d’avventura.

https://www.facebook.com/Special.Olympics.Italia/photos/a.10151415016693610.498532.31213838609/10155745714428610/?type=3&theater

La speranza è che ognuno di noi possa indossare quelle scarpe rosse per camminare lungo un percorso che ci porti in un futuro di rispetto ed inclusione. #ChangeTheGame

Cosa ne pensi di questa bella storia? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere con i tuoi amici queste dolcissime immagini.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button