6 cose che puoi ottenere aggiungendo aceto nella tua lavatrice

Lavare gli indumenti può risultare piuttosto stancante e per nulla piacevole.

Però, ciò che alcuni non sanno è che quando laviamo i nostri indumenti possiamo usare l’aceto, in quanto contiene dei componenti eccellenti per il lavaggio dei tessuti ed agisce in modi molto diversi e vantaggiosi.

Cose che si possono ottenere aggiungendo l’aceto in lavatrice:

1# Sbianca i capi

Se i tuoi indumenti bianchi stanno diventando sempre più opachi, versa una tazza di aceto in lavatrice, in questo modo puoi sbiancare ed eliminare le macchie di deodorante dai tessuti.

2# Ammorbidente

andreypopov / 123RF Archivio Fotografico

Aggiungi un bicchiere piccolo di aceto nel momento del lavaggio di modo che i tuoi capi risultino più morbidi, puoi addirittura rimpiazzare l’ammorbidente con questo liquido.

3# Elimina le macchie di detersivo

Si tratta di una cosa abbastanza comune, dovrai solamente lavare i tuoi indumenti con un pochino di aceto e potrai dimenticare queste antipatiche macchie.

4# Rimuove i peli degli animali

Ti piace prendere in braccio ed abbracciare i tuoi animali domestici, ma ci sono alcuni vestiti che trattengono i peli degli animali e sono molto difficili da rimuovere. Quando lavi i tessuti aggiungi in lavatrice dell’aceto bianco per eliminare il problema.

5# Per lavare i tessuti delicati

Effettua il lavaggio a mano, poi aggiungi una tazza di aceto bianco, lascia in ammollo per mezz’ora, sciacqua con abbondante acqua e poi fai asciugare.

6# Aiuta a mentenere i colori brillanti

Se hai notato che i colori dei tuoi indumenti vanno via via sbiadendosi sempre più, versa mezzo bicchiere di aceto nella tua lavatrice quando è il momento del risciacquo e vedrai come i colori torneranno ad essere più brillanti.

D’ora in poi, non esitare ad aggiungere aceto nella tua lavatrice.

Conoscevi già questo rimedio per la cura dei capi d’abbigliamento? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere queste interessanti informazioni con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *