Il Botswana autorizza la caccia agli elefanti per soddisfare agricoltori e safari

In questo paese il divieto di uccidere i più grandi animali terrestri presenti sul pianeta era in vigore dal 2014.

Il Governo del Botswana, a partire da mercoledì 22 maggio, ha annullatto il divieto di caccia agli elefanti che era in vigore dal 2014 in tutto il paese. Ora, anche se in modo “controllato”, su tutto il territorio è di nuovo permesso sparare agli elefanti.

La controversa decisione è entrata in vigore dopo che una commissione tecnica nominata dallo stesso governo ha pubblicato una relazione a riguardo. I principali argomenti a favore della caccia agli elefanti in Botswana sono: la presunta sovrappopolazione di questi animali in diverse aree del paese, i danni che alcuni esemplari provocano alle coltivazioni e i benefici economici che si possono ottenere con lo sfruttamento della caccia nei safari.

È molto probabile che la misura adottata possa provocare proteste da parte dei sostenitori dell’ambiente, ma, di fatto, a pochi mesi da un sondaggio presidenziale, sarà apprezzata dagli elettori delle zone rurali“, afferma il corrispondente dell’AFP che si trova a Gaborone, la capitale del Botswana.

La caccia commerciale rivolta alla fauna in via di estinzione, compresi gli elefanti, è stata bandita nel 2014 dall’allora presidente del Botswana Ian Khama, un grande sostenitore dell’ambiente. Però, i parlamentari del partito che si trova attualmente al governo stavano da tempo cercando di far revocare il divieto, affermando che le popolazioni di elefanti erano diventate ingestibili in alcune zone dell’Africa meridionale.

Dopodiché, Mokgweetsi Masisi, il nuovo presidente del Botswana che è salito al potere lo scorso anno, ha preso le distanze dalla politica di difesa degli animali avviata dal suo predecessore, ordinando una revisione della legge.

Il Botswana ha preso la decisione di annullare il divieto di caccia“, è stato dichiarato da un comunicato del Ministero dell’Ambiente. Uno studio ha mostrato che il conflitto tra umani ed elefanti è aumentato in numero e intensità e sta influenzando sempre più i mezzi di sostentamento delle persone. Il ministero ha promesso che la caccia verrà riaperta ma in modo “ordinato ed etico“.

In Botswana c’è la più grande concentrazione di elefanti presenti in Africa, nel 2015 sono stati registrati 135 mila esemplari, molti dei quali si muovono liberamente attraverso la Namibia, lo Zambia e lo Zimbabwe. Alcuni esperti hanno stimato che il loro numero è quasi triplicato nel giro di 30 anni e presto potrebbero raggiungere le 160 mila unità.

Il bracconaggio è la principale minaccia per gli elefanti, le loro zanne vengono vendute in Asia, soprattutto per soddisfare i bisogni della medicina tradizionale. I difensori della fauna selvatica sono fortemente contrari al ritorno della caccia, in quanto sostengono che rovinerebbe il turismo in Botswana, uno dei pilastri della sua economia.

Cosa ne pensi della riapertuta della caccia agli elefanti in questo paese? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

4K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>